Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS - Ammortizzatori sociali

Pensioni di invalidità verso il raddoppio a 516 euro: ecco chi potrà beneficiarne e quando aumenterà l’importo

Il via libera ad un emendamento in Commissione Bilancio della Camera dà seguito alla recente sentenza della Consulta, con la quale si indica la necessità di adeguare le pensioni di invalidità: scopriamo i soggetti per i quali l’importo sale a 514,46 euro.

Arrivano importanti aggiornamenti in merito alle pensioni di invalidità, dopo che la Corte Costituzionale ha recentemente emesso una sentenza sulla necessità di adeguarne l’importo al rialzo al fine di garantire un adeguato sostentamento ai destinatari. A seguito della decisione, in Parlamento è stato infatti approvato un emendamento (presentato dai Fratelli d’Italia presso la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati) con il quale si punta a aumentarne l’importo del 100%.

Grazie a tale iniziativa, l’assegno erogato dall’Inps per l’invalidità civile è destinato ad aumentare del 100%, passando così da 286,81 euro a 516,46 euro. Il riferimento va in particolare agli assegni di welfare destinati agli invalidi al 100%, purché sia rispettato il tetto reddituale annuo di 6713,98 euro.

Il raddoppio delle pensioni di invalidità con l’approvazione definitiva in Parlamento del decreto rilancio

L’aumento delle pensioni di invalidità è destinato quindi a prendere forma attraverso la conversione in legge del decreto rilancio, la cui approvazione è prevista entro il prossimo 18 luglio 2020. Il governo ha anche già previsto una dotazione di 46 milioni di euro per il 2020, al fine di garantire le risorse necessarie a sostenere il provvedimento.

Resta però ancora da chiarire con precisione quali saranno i termini di estensione della misura di sostegno, che attualmente sembra destinata solo in favore di coloro che beneficiano del riconoscimento dell’invalidità per il 100%. Oltre a ciò, bisogna ricordare che la sentenza della Corte Costituzionale non risulta retroattiva e fa riferimento in particolar modo ai cittadini con un reddito basso.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate dai 63 anni e Ape sociale Inps 2020: ultimi giorni per la scadenza della seconda finestra

Pensioni di invalidità: ecco da quando potrebbe aumentare l’importo dell’assegno

Stante la situazione appena descritta, nel caso in cui l’emendamento fosse effettivamente approvato in tempo utile l’aumento dell’importo dovrebbe prendere forma a partire dal prossimo mese. Gli invalidi civili potrebbero quindi beneficiare di una pensione raddoppiata dal primo agosto 2020.

Sulla questione bisognerà però tenere conto anche dei tempi necessari all’Inps per recepire l’aggiornamento normativo e quindi per aggiornare i propri sistemi informatici, al fine di riconoscere effettivamente l’aumento in favore dei soggetti che avranno i requisiti. In questo caso, qualora il pagamento effettivo dovesse slittare a settembre, saranno comunque corrisposti gli arretrati.

Con questo provvedimento, dovrebbe quindi concludersi l’accesa discussione in essere da molto tempo sulla necessità di aumentare l’importo delle pensioni di invalidità. Un importo che risultava troppo basso per poter garantire il sostentamento dei destinatari, così come la necessaria assistenza davanti alle difficili condizioni di disagio vissute da tanti cittadini.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni, ecco cosa fare se la quattordicesima non arriva