Pensioni, cedolino di marzo 2021: info su trattenute, addizionali, IRPEF

Il cedolino delle pensioni di marzo 2021 disponibile sul portale Inps. I percettori di un assegno da parte dell’ente pubblico di previdenza possono verificare le trattenute per l’Irpef e i conguagli. Come scaricare il documento dal sito.

Il cedolino pensioni di marzo 2021 è disponibile sul sito dell’Inps. Come da tradizione i percettori di un assegno previdenziale da parte dell’ente pubblico di previdenza possono effettuare il download del documento per verificare a quanto ammonterà il proprio emolumento. Ma il passaggio è importante anche per capire a quanto corrispondono le trattenute dell’Irpef e dei relativi conguagli.

Oltre all’imposta sui redditi ordinaria, l’Inps provvede infatti ad agire da sostituto d’imposta sulla pensione per le addizionali regionali e comunali. Infine, applica anche le operazioni di conguaglio, ad esempio per le trattenute relative alle pensioni d’oro. Al riguardo, l’ente pubblico ha ricordato in un comunicato risalente a ieri la disponibilità del servizio di consultazione online dedicato ai pensionati. Nella stessa ha confermato il pagamento dell’assegno con valuta 1° marzo 2021.

Cedolino pensioni di marzo: le trattenute applicate come conguaglio 2020 e per la tassazione 2021

Stante la situazione appena riportata, l’ente pubblico di previdenza ha aggiornato recentemente le modalità di applicazione delle trattenute. In particolare, sul rateo della pensione di marzo 2021 saranno applicate la trattenuta IRPEF mensile ordinaria e quella legata alle addizionali comunali e regionali. Queste vengono applicate attraverso 11 rate nell’anno successivo a quello cui si riferiscono.

A partire da marzo viene applicato anche l’acconto per l’addizionale comunale del 2021. La stessa trattenuta sarà reiterata fino alla conclusione del processo (novembre 2021). Sul cedolino si troveranno infine [e ritenute per il recupero erariale, nel caso in cui il saldo precedente risultava inferiore a quello effettivamente spettante.

Per scaricare il proprio cedolino è sufficiente recarsi presso il sito dell’Inps muniti di codice fiscale e PIN. In alternativa è possibile utilizzare un altro degli strumenti di riconoscimento validi (SPID, CNS o CIE). Una volta collegati bisogna cercare la voce “Cedolino di pensione - Consultazione” e cliccare sulla dicitura. In alternativa è possibile verificare le medesime voci all’interno del fascicolo previdenziale dell’utente.