Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

Pensioni anticipate a gennaio 2021: novità sul cedolino, come controllare importo e pagamento

È online il cedolino delle pensioni di gennaio 2021. Le novità sul pagamento anticipato e ordinario, ecco come conoscere l’importo dell’assegno in arrivo e le rivalutazioni applicate per il nuovo anno.

All’interno dei sito Inps è disponibile il cedolino delle pensioni relative a gennaio 2021. Tutti i pensionati possono quindi controllare quali sono le novità e gli aggiornamenti in arrivo rispetto al proprio emolumento previdenziale, verificando in particolare a quanto ammonterà l’importo del nuovo assegno. Il passaggio è importante non solo per poter organizzare le proprie spese familiari.

Con il mese di gennaio infatti prenderanno forma anche gli interventi attuativi riguardanti le rivalutazioni. Sebbene la recente circolare Inps risalente allo scorso 18/12 (n. 148) evidenzia che nel corso del prossimo anno gli adeguamenti saranno nulli, un piccolo aumento dovrebbe comunque caratterizzare l’assegno erogato in favore dei pensionati. Ma procediamo con ordine e vediamo innanzitutto come scaricare il nuovo cedolino.

Pensioni di gennaio 2021: è disponibile il nuovo cedolino sul sito dell’Inps

Il cedolino delle pensioni è lo strumento che consente di verificare a quanto ammonterà il pagamento del prossimo assegno. Lo strumento è quindi molto utile sia per coloro che hanno scelto di ricevere il pagamento anticipato in contanti, sia per chi ha scelto l’accredito diretto sul conto corrente bancario. Ricordiamo che nel primo caso si potrà ritirare la pensione di gennaio 2021 a partire dal prossimo 28/12 ed entro il 2/01 del nuovo anno, mentre nel secondo caso bisognerà attendere il primo giorno bancabile del mese.

Quindi, chi ha scelto l’accredito su conto potrà avere a disposizione la pensione a partire dal prossimo 4 gennaio 2021. Per poter verificare l’importo erogato è fondamentale scaricare il cedolino. Il procedimento richiede di accedere alla propria area riservata tramite Pin, Spid, Cns o Cie (dal 1° ottobre l’Inps non rilascia più nuovi Pin, quindi è necessario dotarsi di uno degli strumenti alternativi di riconoscimento).

Una volta che si è entrati bisogna inserire la dicitura “cedolino pensione” all’interno della funzione “cerca”. Successivamente basterà quindi cliccare su “verifica pagamenti” e selezionare il mese utile di riferimento, ovvero gennaio 2021. Sarà quindi possibile visualizzare e scaricare il documento di riferimento.

Pensioni di gennaio: il punto sugli adeguamenti per il 2021

Stante la situazione appena evidenziata, il cedolino permetterà anche di comprendere in che modo varierà la propria pensione a partire dal mese di gennaio. Come già anticipato, la stima delle rivalutazioni per il nuovo anno è nulla. Nonostante ciò, la pensione dovrebbe comunque ricevere un piccolo ritocco al rialzo. Questo perché la perequazione automatica già prevista in via provvisoria per il 2020 era fissata allo 0,4%, mentre quella definitiva è stata calcolata allo 0,5%.

Ne deriva che nel 2021 le pensioni verranno aumentate dello 0,1%. Nel cedolino di gennaio si potrà quindi riscontrare un aumento una tantum che risulterà comprensivo di tutte le somme non erogate e previste per il 2020. Visto l’importo percentuale applicato, si tratterà comunque di una cifra piuttosto modesta e che mediamente si aggira tra le 10 e le 20 euro.