Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

27
Gen 2020

Pensioni anticipate, Ghiselli (Cgil) sul tavolo con il governo: ‘incontro positivo, ribadite le nostre richieste’

Il Segretario Confederale della Cgil fa il punto della situazione in merito al confronto con il governo e mette in evidenza i prossimi appuntamenti del 3, 10 e 19 febbraio 2020.

Dagli ultimi aggiornamenti sulle pensioni emerge il commento del Segretario Confederale della Cgil Roberto Ghiselli rispetto al tavolo tenutosi oggi con il Ministro del lavoro Nunzia Catalfo, definito come “un incontro positivo”. Spiegando in che modo si è sviluppato il confronto, il sindacalista ha evidenziato innanzitutto che la piattaforma unitaria ha ribadito le proprie richieste e rivendicazioni.

In tal senso, “il governo ha dato la disponibilità a lavorare per una riforma complessiva della previdenza, che sia anche strutturale e duratura. Questa mattina abbiamo quindi deciso dei tavoli specifici per approfondire i vari argomenti”. I prossimi appuntamenti avranno luogo “il 3, il 10 ed il 19 di febbraio”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate, Damiano propone l’uscita dai 63 anni o con la quota 41 per tutti

Riforma pensioni, i temi che verranno trattati nei prossimi confronti di febbraio

Entrando nel vivo delle questioni che verranno affrontate nei prossimi incontri, Ghiselli ha spiegato che si partirà innanzitutto “dal tema dei giovani, perché per noi è centrale. Poi affronteremo anche le altre questioni. La flessibilità in uscita, che comprende anche il tema delle donne. Ed il tema degli anziani, delle rivalutazioni delle pensioni e della non autosufficienza. E poi parleremo anche della previdenza complementare”.

Infine, l’esponente della Cgil ha ricordato altri due nodi da sciogliere che sono stati affrontati nel corso del tavolo negoziale. “Intanto oggi c’è stata una prima disponibilità a dare delle risposte positive a due temi fondamentali che avevamo posto, che riguardavano la questione dei part time verticali e dei lavoratori saltuari. Poi abbiamo deciso di fare anche un altro incontro con l’Inps e con il Ministero per approfondire il tema degli esodati”, ha concluso il Segretario Nazionale.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate Quota 100 e prestito TFR: i tempi si allungano ancora, il CdS rinvia la decisione