Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

24
Gen

Pensioni, Proietti (Uil): ’le proposte di Uil, Cisl e Cgil non solo sono concrete, ma concretissime’

Per il Segretario Confederale della Uil la proposta dei sindacati sulla riforma delle pensioni risulta “in linea con gli altri paesi della UE”.

Dalla Uil arriva una replica alle dichiarazioni rilasciate questa mattina dal Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri rispetto alle ipotesi di riforma delle pensioni risalenti alle parti sociali. Secondo il Segretario Confederale Domenico Proietti, “il ministro Gualtieri sbaglia".

"Le proposte di Uil, Cisl e Cgil sulle pensioni non solo sono concrete, ma concretissime! Noi proponiamo una flessibilità diffusa intorno a 62 anni come avviene in tutta Europa. E’ una proposta sostenibile visto che in Italia si spende per le pensioni meno del 12% del Pil, in linea con gli altri paesi della UE”.

Secondo quanto evidenziato dal sindacalista, la piattaforma unitaria punta a “continuare a cambiare la Fornero, che fu una gigantesca operazione di cassa fatta sulle spalle dei lavoratori e pensionati. Il governo deve dare risposte al futuro pensionistico dei giovani, alle donne, e ai lavoratori precoci con 41 anni di contribuzione”.

Riforma delle pensioni: le parti sociali attendono risposte positive, senza le quali si avvierà la mobilitazione

Stante la situazione, Proietti ha precisato quali sono gli altri punti che dovranno necessariamente essere affrontati nel prossimo confronto con il governo. “Occorre ripristinare la rivalutazione delle pensioni ed estendere la 14ma fino a 1500 euro. Su questi temi i sindacati saranno determinati e si attendono dal governo risposte positive, in assenza delle quali la mobilitazione sarà intensificata a tutti i livelli”.

POTREBBE INTERESSARTI: Pensioni, ultim’ora oggi 24/01 del Ministro Gualtieri: la proposta dei sindacati ‘non è concreta’

(Dichiarazioni raccolte in esclusiva - Si prega di citare la fonte in caso di ripresa).