Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

20
Feb 2020

Pensioni, Bitti (UGL): ‘sulla previdenza complementare serve un vero sostegno fiscale’

Dai sindacati arrivano nuovi commenti in merito alla riforma delle pensioni integrative: si punta a rilanciare il settore.

Dopo il recente incontro tenutosi tra governo e parti sociali sulla previdenza complementare dai sindacati arrivano nuove richieste di riforma del settore, con l’obiettivo di rilanciare il sistema e di favorire le adesioni da parte dei lavoratori. Secondo il Segretario Confederale dell’Ugl Fiovo Bitti, “la previdenza complementare è una parte importante del sistema”, visto che attraverso quest’ultima i lavoratori decidono di sacrificare una parte del proprio reddito al fine di ottenere dei benefici in futuro.

Tutto ciò con l’obiettivo di compensare quella che nel tempo si concretizza come una progressiva perdita del potere d’acquisto dell’assegno pubblico, spiega l’esponente dell’Unione Generale del Lavoro. Ovviamente, al fine di sostenere tale proposito, servono degli interventi finalizzati a garantire l’ulteriore sviluppo del comparto.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni 2020, terminato ieri il ciclo di incontri di febbraio tra governo e sindacati

Riforma pensioni, per il pilastro integrativo è necessario “un vero sostegno fiscale”

Tra le misure proposte da Bitti troviamo quindi l’avvio di un nuovo meccanismo di sostegno fiscale volto a sviluppare il comparto della previdenza complementare, oltre ad “una nuova campagna informativa per accompagnare i lavoratori ad una scelta consapevole”. Ma il sindacalista dell’Ugl ricorda anche la necessità di rivedere le regole di destinazione del trattamento di fine rapporto in favore delle pensioni integrative.

Particolare attenzione deve inoltre essere attribuita alla pubblica amministrazione, nella quale oggi continuano a sussistere forti penalizzazioni rispetto a tale tema, mentre “ i fondi negoziali si lasciano preferire ad un eventuale fondo pubblico presso l’Inps, ferma restando la necessità di togliere ogni eventuale blocco nell’accesso alla governance”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni, Gualtieri (MEF): ‘Quota 100 falsa soluzione, si punta anche ad evitare lo scalone’