Autore: Patrizia Del Pidio

Pensione

Pensione statale: 6 italiani su 10 pensano che non sarà sufficiente

Quanto emerge da un recente studio evidenzia che gli italiani, riguardo alla pensione, sono i più preoccupati d’Europa.

In un periodo di instabilità sanitaria, economica ed emotiva, l’incertezza del futuro pesa più di un macigno. E proprio questa incertezza emerge dal recente Schroders Global Investor Study 2020.

Gli italiani sono preoccupati per quello che accadrà dopo la pensione visto che 6 su 10 pensano che la pensione statale non sarà sufficiente a coprire i propri bisogni.

Pensione statale, basterà?

Gli italiani sono i più preoccupati d’Europa per quel che riguarda la propria pensione e addirittura il 60% degli intervistati nello studio pensa che gli importi erogati in base ai contributi versati non gli saranno sufficienti.

Lo studio in questione ha coinvolto oltre 23mila persone di 32 Paesi diversi. Il dato globale dei preoccupati restituisce un 55% di media, gli italiani preoccupati che la pensione statale non gli basterà, invece, sono il 60%.

Più della metà degli intervistati, quindi, pensa che l’importo erogato in base ai contributi versati non riuscirà a garantire il loro sostentamento dopo la pensione.

Le preoccupazioni degli italiani

Come abbiamo evidenziato, quindi, gli italiani sono il popolo europeo più preoccupato della propria sorte dopo la pensione. Vediamo quali sono le preoccupazioni principali.
Il 31% degli intervistati italiani pensa che l’importo della pensione non riuscirà a garantirgli il mantenimento dello stesso stile di vita.

Proprio per evitare questo infausto futuro il 26% degli intervistati dichiara di mettere via qualche risparmio ogni mese dal proprio reddito per far fronte all’evenienza di bisogni urgenti dopo aver smesso di lavorare. L’accantonamento medio è di circa il 13% delle entrate.
Da tenere presente, inoltre, è che dallo studio emerge che solo il 6% degli intervistati ritiene vacanze o automobili come spese prioritarie.

Come milgiorare?

Secondo lo Schroders Global Investor Study 2020 emerge anche che i lavoratori italiani vorrebbero avere degli indirizzi più chiari su come accedere a forme di previdenza integrativa anche se la maggior parte (il 36%) non vuole accedere ad un fondo pensione integrativo per i continui cambiamenti normativi del Governo.

Il dato preoccupante, però, è che il 38% degli intervistati non comprende le opzioni possibili per arricchire il reddito dopo il pensionamento.

Non solo previdenza nelle preoccupazioni degli italiani, leggi anche: Prelievo forzoso ora è un suicidio: il no secco di Italia Viva e M5S