Autore: Martina Bianchi

Pensione

4
Giu

Pensione a 56 anni: possibile con 3 misure, ecco quali

E’ davvero possibile accedere alla pensione a 56 anni? Tre diverse misure lo permettono, vediamo quali sono e che requisiti richiedono.

La pensione di vecchiaia si ottiene al raggiungimento dei 67 anni se in possesso di almeno 20 anni di contributi. Ma è davvero possibile la pensione a 56 anni con un anticipo sulla pensione di vecchiaia di 11 anni?

Pensione a 56 anni

La risposta è sì, in alcuni casi la pensione può essere ottenuta a 56 anni. Vediamo quali misure le permettono e che requisiti richiedono nello specifico.

Per chi ha iniziato a lavorare molto presto la pensione a 56 anni è raggiungibile grazie alla quota 41 che richiede i seguenti requisiti:

  • aver maturato almeno 41 anni di contributi totali
  • aver versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni rientrare, quindi, nella categoria dei lavoratori precoci
  • appartenere ad uno dei 5 profili tutelati che permettono l’accesso alla misura, ovvero: disoccupati a causa di licenziamento, invalidi con percentuale pari o superiore al 74%, caregiver che accudiscono da almeno 6 mesi un familiare convivente con handicap grave, lavoratori usuranti e addetti alle mansioni gravose.

Per chi rientra in questi requisiti il pensionamento è garantito indipendentemente dall’età anagrafica e, quindi, può essere centrato anche a 56 anni per chi ha iniziato a lavorare a 15 anni.

Altra misura che permette il pensionamento anche a 56 anni è l’anticipata ordinaria che richiede, indipendentemente dall’età, 41 anni e 10 mesi di contributi maturati per le donne (accessibile, quindi, alle lavoratrici che hanno iniziato a lavorare a 14 anni) e 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini.

L’ultima misura che permette la pensione con 11 anni di anticipo rispetto alle pensione di vecchiaia è la pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori con disabilita pari o superiore all’80%. Si tratta di una misura esclusivamente riservata ai lavoratori del settore privato (non possono accedervi i dipendenti pubblici) che richiede a fronte di almeno 20 anni di contributi versati, 56 anni per le donne e 61 anni per gli uomini.
Dal raggiungimento dei requisiti, poi, sarà necessario attendere una finestra di 12 mesi per la decorrenza del trattamento pensionistico.