Autore: Stefano Calicchio

Ammortizzatori sociali - Contratto di lavoro

Parità di genere, la Commissione europea presenta il piano per il 2020-25

Nella giornata di oggi è prevista la presentazione del nuovo piano per la parità di genere in Europa: ecco i dettagli e le linee programmatiche.

È prevista per oggi la presentazione della nuova strategia europea per il raggiungimento della parità tra uomini e donne nei Paesi membri. L’UE rappresenta un’eccellenza sul tema a livello mondiale ed ha fatto grandi passi in avanti negli ultimi anni, ma violenza e stereotipi continuano a restare presenti.

Lo rileva l’indice pubblicato dall’EIGE e con il quale si misurano l’uguaglianza di genere in vari settori, tra cui quello del lavoro. Secondo i dati istituzionali diffusi finora, una donna su tre continua a risultare vittima di violenze fisiche o sessuali. Oltre a ciò, lo stipendio delle donne è inferiore mediamente del 16% rispetto a quello degli uomini, mentre solo l’8% degli amministratori delegati delle più grandi aziende europee sono donne.

Gender gap: gli interventi da attuare nei prossimi anni

In merito alla strategia messa in campo dall’UE, il raggiungimento della parità di genere si pone l’obiettivo di garantire una prospettiva di parità all’interno di tutti i settori istituzionali dell’Unione. La strategia ha visto un impegno diretto della Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen.

Secondo le dichiarazioni rilasciate al riguardo, “l’uguaglianza di genere è un principio fondamentale dell’Ue, ma non è ancora una realtà. Negli affari, nella politica e nella società nel suo insieme, possiamo raggiungere il nostro pieno potenziale solo se utilizziamo tutto il nostro talento e la nostra diversità”, ha evidenziato Von Der Leyen.

Sulla base di queste considerazioni, “utilizzare solo metà della popolazione, metà delle idee o metà dell’energia non è abbastanza. Con la strategia per l’uguaglianza di genere, stiamo spingendo verso progressi sempre più rapidi per la promozione della parità tra uomini e donne”.

Ti POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus, ecco gli aiuti per le famiglie: dai voucher ai congedi

Le cinque misure chiave con le quali intervenire sul problema

Nella nota diffusa sul gender gap sono state evidenziate anche le azioni chiave che saranno intraprese per far fronte al problema. Tra queste figurano la necessità di “combattere la violenza di genere e sfidare gli stereotipi. Rafforzare l’emancipazione economica delle donne e garantire pari opportunità nel mercato del lavoro, compresa la parità retributiva, oltra al dare a uomini e donne l’opportunità di guidare e partecipare a tutti i settori dell’economia e della vita politica”.

L’idea è di arrivare ad un’integrazione di genere che garantisca risposte adeguate ai bisogni e che possa al contempo “massimizzare il potenziale di donne e uomini, di ragazze e ragazzi, in tutta la loro diversità”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate 2020, tra Coronavirus e crisi economica occhi puntati sul 13 marzo