Pagamento pensioni in banca e cedolino 2021: le date e il calendario di marzo e dei mesi successivi

Pagamento pensioni in banca e cedolino 2021: le date e il calendario di marzo e dei mesi successivi

Le date di pagamento delle pensioni sul conto corrente seguono il calendario già anticipato da parte dell’Inps. Ecco le informazioni complete sulle scadenze relative al 2021.

Il pagamento delle pensioni tramite bonifico su conto corrente viene effettuato sulla base del calendario comunicato dall’Inps. Rispetto a chi sceglie di ricevere l’assegno previdenziale in contanti, non esiste infatti un ordine alfabetico per cognome, istituito per evitare i rischi di contagio da Covid-19. La modalità di accredito diretto del proprio emolumento continua infatti a rappresentare il metodo più sicuro per incassare la propria pensione, visto il proseguire della pandemia.

D’altra parte, rappresenta anche il modo più comodo per gestire i flussi in arrivo dall’Inps, visto che resta sempre possibile ritirarne una parte in contanti presso lo sportello bancomat. Vediamo quindi quando si concretizzerà il nuovo flusso per il mese di marzo e anche per tutte le mensilità successive relative all’anno 2021.

Calendario pagamento pensioni in banca a marzo e nel corso del 2021

Rispetto al calendario dei pagamenti delle pensioni in banca, è opportuno innanzitutto ricordare che quest’ultimo non avviene il primo giorno del mese. La data infatti varia in base al principio del primo giorno bancabile e può quindi differire in base al periodo. Il prossimo accredito delle pensioni su conto corrente bancario è comunque previsto per il 1° marzo 2021.

Si proseguirà successivamente il 1° aprile, il 3 maggio ed il 1° giugno e luglio. Ad agosto bisognerà invece attendere il secondo giorno del mese. Infine, gli ultimi quattro mesi del 2021 (settembre, ottobre, novembre e dicembre) vedranno comunque accreditare le pensioni il giorno 1.

Pagamento pensioni: come controllare data e importo dall’area riservata Inps

Chi volesse verificare la data di pagamento della propria pensione e il relativo importo può utilizzare i servizi messi a disposizione dall’Inps all’interno della propria area riservata. In particolare, una volta eseguito l’accesso, sarà possibile scaricare il cedolino e verificare anche le eventuali trattenute per l’Irpef e le compensazioni fiscali. Quest’ultimo viene generalmente caricato dall’ente previdenziale attorno alla metà del mese.

L’importo e la data di pagamento viene indicata anche all’interno del proprio fascicolo previdenziale. Nella sezione “pagamento” viene indicata la data di accredito, la somma pagata e le compensazioni fiscali (disponibili all’interno della sezione note). Per accedere al sito Inps è necessario avere a disposizione il proprio codice PIN, lo SPID o un’altra modalità di riconoscimento valida (CNS o CIE).