Pagamenti Inps a gennaio 2021 per reddito di cittadinanza, pensioni, naspi e reddito di emergenza (REM)

Pagamenti Inps a gennaio 2021 per reddito di cittadinanza, pensioni, naspi e reddito di emergenza (REM)

I pagamenti dell’Inps a gennaio 2021 interesseranno numerosi provvedimenti di welfare. Dalle pensioni anticipate alla Naspi, fino al reddito di cittadinanza e al reddito di emergenza. Ecco il calendario dei flussi in arrivo.

Nei prossimi giorni il calendario dei pagamenti Inps conferma l’arrivo di numerosi flussi. L’ente pubblico di previdenza gestisce infatti gli accrediti riguardanti sia le pensioni di coloro che hanno ottenuto i requisiti utili per l’uscita dal lavoro, sia gli assegni di welfare destinati a chi vive situazioni di disagio economico e sociale. D’altra parte, la crisi dettata dal coronavirus ha visto sorgere diversi provvedimenti straordinari ai quali l’ente pubblico ha dovuto far fronte.

Reddito di Emergenza (REM): il pagamento di gennaio 2021

Per quanto concerne il reddito di emergenza, il pagamento è previsto nella seconda metà del mese. Già a partire dai prossimi giorni dovrebbero quindi concretizzarsi gli accrediti sui conti correnti dei richiedenti. Ricordiamo che la rata di riferimento in favore dei beneficiari corrisponde alla quinta tranche. Il pagamento spetta a chi ha inoltrato la propria domanda nel entro e non oltre il mese di novembre, avendo ricevuto la rata di dicembre.

Chi invece ha già ricevuto i due accrediti automatici (novembre e dicembre) non ha in previsione d’arrivo ulteriori accrediti. Resta però in essere la possibilità di una ulteriore proroga che dovrebbe arrivare attraverso il decreto Ristori 5 e che potrebbe estendere il beneficio di welfare anche ai mesi di gennaio e febbraio 2021.

Pagamento reddito e pensione di cittadinanza a gennaio 2021

Il pagamento del reddito e della pensione di cittadinanza per il mese di gennaio 2021 è previsto a partire dal prossimo 27 gennaio. Le ricariche riguardano però coloro che hanno già in essere la misura, mentre chi ha fatto domanda nel mese corrente riceverà la card a partire dal prossimo 15 febbraio. In questo caso la tessera di cittadinanza conterrà già la prima ricarica al proprio interno.

A gennaio è però importante ricordare la scadenza del prossimo 31/01 per l’invio della documentazione ISEE aggiornata. Senza questo passaggio, i prossimi pagamenti verranno sospesi da parte dell’Inps, pertanto non si riceverà la ricarica relativa del mese di febbraio fino a quando la situazione documentale non risulterà in linea con i dettami di legge.

Pagamento anticipato pensioni Inps a gennaio 2021: si parte il prossimo sabato 25/01

Anche questo mese l’Inps e Poste Italiane hanno confermato il pagamento anticipato delle pensioni in contanti, con l’intento di tutelare la salute pubblica e calmierare i rischi da contagio dettati dal coronavirus. Si procederà quindi, come già fatto negli scorsi mesi, con il calendario alfabetico basato sui cognomi dei pensionati. La data di avvio delle operazioni è fissata al prossimo 25 gennaio per i cognomi che iniziano con le lettere A e B.

Si prosegue quindi con le lettere C - D il 27 gennaio, con le lettere E - K il 28 gennaio, con le lettere L - O il 29 gennaio e con le lettere P - R il 30 gennaio. Il 31 gennaio verranno eseguiti gli ultimi pagamenti relativi alle lettere rimanenti. I pagamenti ordinari delle pensioni (per chi ha scelto l’accredito su conto corrente) sono invece attesi il prossimo 1° febbraio 2021.

Pagamento Naspi INPS nel mese di gennaio: la data resta variabile

Infine, concludiamo con il pagamento della Naspi per il mese di gennaio. I flussi relativi agli assegni di disoccupazione sono super variabili e non seguono un calendario fisso, come avviene ad esempio per le pensioni o il reddito di cittadinanza. I primi flussi sono partiti lo scorso 10 gennaio e dovrebbero comunque concludersi entro i prossimi 10 giorni.

Chi non ha già ricevuto il pagamento non deve preoccuparsi, visto che gli accrediti seguono le lavorazioni delle pratiche. La Naspi di gennaio fa riferimento al periodo di dicembre 2020. Nel caso si desideri controllare quando si riceverà l’accredito, è possibile entrare nel sito Inps tramite le apposite credenziali e cliccare su “fascicolo previdenziale” e successivamente sulla dicitura “pagamenti”.