Autore: Giacomo Mazzarella

Concorsi pubblici - Polizia di Stato

Nuovo concorso per 1.000 posti nella Polizia Stato: ecco requisiti e scadenze

Importante bando di concorso è stato indetto per la Polizia di Stato per il reclutamento di 1.000 vice ispettori.

È stato indetto un nuovo concorso per la Polizia Stato volto all’inserimento nell’organico del Corpo di 1.000 vice ispettori. La pubblicazione del bando di concorso in Gazzetta Ufficiale di fatto fa scattare il via alle domande per chi è interessato. Le istanze di partecipazione al concorso scadranno il prossimo 28 gennaio. Ecco una sintetica guida sul concorso, con le modalità di partecipazione, i requisiti richiesti e le prove di selezione.

Via al nuovo concorso Polizia di Stato: requisiti utili per la partecipazione

Il 29 dicembre sulla Gazzetta Ufficiale “concorsi ed esami” è stato pubblicato un bando di concorso per la Polizia di Stato. Si tratta di una massiccia campagna di reclutamento che prevede l’immissione nel Corpo di ben 1.000 vice ispettori.

Una imponente gara di concorso questa vista l’imponenza delle assunzioni previste. Come comunemente accade per tutti i concorsi pubblici, anche questo prevede che le domande per la partecipazione vengano prodotte entro 30 giorni dalla avvenuta pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale. Pertanto le domande per partecipare al concorso scadranno il prossimo 28 gennaio.

Il bando è aperto ai civili ma per partecipare occorre rispettare determinati e specifici requisiti. In primo luogo i requisiti classici e comuni a tutti i concorsi, e poi il titolo di studio e la forma fisica e psichica. Nello specifico i requisiti sono:

  • Cittadinanza italiana;
  • Godimento dei diritti civili e politici;
  • Età massima 27 anni (28 anni non compiuti);
  • Diploma di maturità;
  • Idoneità fisica;
  • Idoneità psichica;
  • Non essere stato dispensato dal lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni;
  • Pieno godimento dei diritti civili e politici.

Domanda, prova selettiva e prove vere e proprie: ecco le cose da sapere sul concorso Polizia di Stato

La domanda potrà essere presentata solo telematicamente e tramite la procedura ad hoc presente sul sito istituzionale della Polizia di Stato. Per accedere alla procedura occorre avere le credenziali di accesso ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Serve quindi lo Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. Per chi non lo avesse, in alternativa si può utilizzare la Carte di Identità Elettronica (CIE).

Il concorso quasi sicuramente inizierà con una prova di preselezione, anche se questa prova preliminare scatterà qualora le domande pervenute siano superiori a 5.000, cosa che vista la portata del concorso appare assai plausibile. La prova di preselezione dovrebbe essere il classico test a risposta multipla.

Una volta passata la preselezione, per il candidato si passa alle prove vere e proprie, a partire dalla prova di efficienza fisica, una successiva prova scritta, una prova orale e le prove psico attitudinali. Per quanto concerne il concorso ricordiamo che salvo rare riserve, i posti sono tutti per vice ispettori. Il ruolo per quanto concerne la Polizia di Stato prevede uno stipendio netto vicino ai 1.400 euro al mese. Leggi anche: Concorso Guardia Finanza anche per civili con licenzia media, 571 assunzioni