Autore: B.A

Scuola

Nuovo anno scolastico, date diverse da Regione a Regione

Diverse Regioni continuano a deliberare delle date di avvio autonome per l’avvio del nuovo anno scolastico.

Da qualche giorno il governo ha deliberato le linee guida per il via del nuovo anno scolastico. Tra queste anche la data di avvio, cioè la data a partire dalla quale o nostri ragazzi potranno tornare a scuola, Covid-19 permettendo.

Le linee guida del governo hanno indicato nel 14 settembre la data indicativa per il ritorno in classe dei ragazzi. Ma non tutte le Regioni la pensano allo stesso modo, cioè non tutte seguiranno le linee guida del governo. Ecco cosa stanno decidendo le Regioni che evidentemente non considerano ottimale il suggerimento del governo.

Scuola, dove si inizia il 14 settembre?

Al momento sono poche le Regioni che hanno assecondato l’indirizzo del governo scegliendo il 14 settembre come data di avvio del nuovo anno scolastico. Si tratta di Lombardia, Lazio, Basilicata e Valle d’Aosta. Altre Regioni hanno invece optato per alcune date successive al 14 proposto dal governo.

Chi ha deciso di ripartire dopo il 14 settembre

Ricapitolando, solo Basilicata, Valle d’Aosta, Lombardia e Lazio sono le uniche Regioni italiane che riapriranno le scuole il 14 settembre prossimo. La Puglia il 2 luglio scorso a deliberato per ripartire il 24 settembre. La Giunta regionale pugliese, ha indicando come data d’inizio giovedì 24 settembre, ma si tratta di una scelta vincolata.

Infatti quanto deciso dalla Regione Puglia, è soggetta, per scelta dei vertici pugliesi, all’emanazione dell’ordinanza del ministero dell’Istruzione per la riapertura delle scuole, che sarà conseguenziale al Piano Scuola che fu approvato lo scorso 26 giugno alla conferenza Stato-Regioni.

Se la Puglia ha deciso di posticipare la riapertura rispetto al diktat del governo, c’è chi ha deciso di anticiparla. Per esempio la provincia autonoma di Bolzano ha deciso che si riprenderà la scuola il 7 settembre prossimo. Il Veneto ha deciso invece di riaprire il giorno 11 settembre.

C’è anche una Regione che prima di tutto non ha deciso di firmare il Piano Scuola (unica Regione d’Italia). E poi sta valutando di aprire il 23 o il 24 settembre. Si tratta della Campania del Governatore De Luca. E sarebbe l’unica Regione che andrebbe avanti da sola, senza vincolare la sua decisione all’ordinanza del governo.

Una decisione, quella della Campania, che andrebbe a contraddire le ultime rate nazioni di Lucia Azzolina, la Ministra dell’Istruzione. Il Ministro infatti ha confermato che: “tutti quelli che dovranno sia recuperare l’apprendimento sia potenziarlo potranno tornare a scuole la già il primo settembre. E con le Regioni abbiamo deciso di fare ripartire le lezioni il 14 settembre".

Decisione che come abbiamo anticipato prima, non vede la Campania e il governatore De Luca tra i firmatari. Ecco perché ora la Regione Campania potrebbe essere la prima e l’unica a operare una scelta sul riavvio delle lezioni in presenza, senza attendere ordinanze governo.