Autore: Caterina Perna

Scuola

18
Nov

Neoassunti: in quali casi può non essere confermato il ruolo

Ci sono dei casi in cui i docenti neoassunti, non superano l’anno di prova e formazione.

L’anno di prova e formazione, per i docenti interessati deve ancora entrare nel vivo. In molte scuole per i prossimi giorni è in programma il primo incontro formativo. Ad ogni modo, la fase finale del processo formativo si concluderà con la stampa del dossier finale e a consegna al Dirigente Scolastico.

L’ultimo passo verso la conferma del ruolo è il colloquio finale dinanzi al Dirigente Scolastico e al comitato di valutazione, che dovrà esprimere il proprio parere non vincolante sulla conferma o meno del ruolo del neoassunto.

Il colloquio finale (che prenderà il via da ciò che è stato documentato all’interno del dossier finale) si svolgerà nelle scuole dell’infanzia e primaria, nel mese di giugno, nelle scuole medie inferiori e superiori nel mese di luglio a termine degli esami.

La conferma o meno del ruolo

I docenti neoassunti, per vedersi confermato il ruolo dovranno avere una valutazione positiva da parte del Dirigente Scolastico, sebbene essi possano avere anche una valutazione sfavorevole. Infatti, i Dirigenti Scolastici hanno il compito, di verifica e di apprezzamento della professionalità dei docenti che aspirano alla conferma in ruolo
Nel dettaglio, vediamo di chiarire in quali casi il ruolo non può essere confermato.

Innanzitutto, è da precisare che il dirigente scolastico, procederà a valutare il docente neoassunto sia sulla base dell’istruttoria compiuta dal tutor sia sulla base del parere del Comitato di Valutazione. Per la quasi totalità dei neoassunti che effettueranno correttamente l’anno di prova e formazione, vedranno da parte del D.S. esprimere un giudizio favorevole, con conseguenza conferma del ruolo.

Quali sono i casi in cui il D.S. può esprime giudizio sfavorevole?

Il Dirigente Scolastico potrà esprimere giudizio sfavorevole, nei casi in cui il docente neoassunto avrà dimostrato di non avere adeguate competenze professionali. In tal caso, il neoassunto dovrà ripetere l’anno di prova e formazione, il prossimo anno. Inoltre, il D.S. richiede apposita visita ispettiva, nel caso di manifestarsi di grave lacune di carattere culturale, metodologiche-didattico e relazionale.