Autore: B.A

Naspi - Reddito di cittadinanza

Naspi e reddito di cittadinanza gli obblighi di condizionalità sono ancora congelati

Sospesi gli obblighi di condizionalità connessi all’erogazione di tante misure.

Naspi, Dis-Coll e Cig fino al 16 luglio non subiranno scossoni per quanto riguarda il pagamento che non verrà interrotto. E gli obblighi di condizionalità saranno confermati fino alla stessa data. Questo quanto si legge sul sito «investire oggi». Molto importante il fatto che le misure di condizionalità legate al godimento della Naspi, della Cassa integrazione guadagni, del Reddito di Cittadinanza e della Dis-Coll continuino ad essere sospese.

Le novità del decreto Rilancio e il rinvio delle misure di condizionalità

Tra le misure adottate per contrastare la diffusione del coronavirus c’è il blocco agli spostamenti delle persone limitandoli ai casi strettamente necessari. E questo blocco è quello che incide anche sugli strumenti di sostegno reddituale dell’Inps, reddito di cittadinanza, Naspi, Dis Coll e Cassa integrazione guadagni.

Proprio in virtù di questo blocco, il governo ha sospeso e rinviato fino al 16 luglio 2020 le misure di condizionalità legate a questi strumenti. Quindi, congelate le operazioni degli Uffici di collocamento, quelle operazioni legate ai corsi di formazione e di orientamento, il sostenimento di colloqui psicoattitudinali e le eventuali prove di selezione finalizzate al ricollocamento lavorativo. Il rinvio è quindi prolungato fino a

TI POTREBBE INTERESSARE: Bonus 100 euro Naspi 2020, chi può richiederlo

Cosa cambia per i disoccupati dopo la sospensione degli adempimenti

Il decreto Rilancio ha allargato di 4 mesi il rinvio di tutti gli obblighi che i beneficiari degli strumenti di sostegno al reddito Inps devono ottemperare. Obblighi ma non diritti, perché nessun problema per le erogazioni che sono comunque garantite dall’Inps ed in perfetta continuità, come lo stesso Istituto nazionale di previdenza sociale ha già confermato.

Per meglio spiegare tutto ciò, l’esempio è il reddito di cittadinanza, i cui beneficiari sono obbligati alla partecipazione ed alla frequenza dei corsi formativI. E sono proprio questi corsi formativi, condizionali alla fruizione in continuità del sussidio, ad essere sospesi.

E sono sospese pure tutte le misure che riguardano chi percepisce la Naspi piuttosto che la Dis Coll o anche la Cassa integrazione, tra cui le iniziative di ricerca lavoro, quelle di riqualificazione professionale e così via.

Sospese tutte le procedure di conferma dello stato di disoccupazione

Anche le procedure di conferma dello stato di disoccupazione ad opera dei Centri per l’Impiego sono sospese fino al 16 luglio 2020. Si tratta in particolare di tutti quegli adempimenti collegati al patto di servizio personalizzato stipulato dai disoccupati con i funzionari dei Centri per l’impiego.

Tutte le procedure quindi restano sospese, ma ciò che non varia è l’erogazione di sussidi, indennizzi ed emolumenti economici da parte dell’Inps. Da questo punto di vista, tutto prosegue regolarmente e senza pause o interruzioni. A scanso di equivoci, gli Uffici di collocamento vista le decisione imposta dal governo, non faranno seguito alla verifica sugli adempimenti dei beneficiari e non informeranno l’Inps sui risultati del monitoraggio.