Autore: B.A

Naspi

28
Giu

Naspi e Dis-Coll novità proroga automatica di due mesi, requisiti e regole

Con una nuova circolare l’Inps spiega per chi è previsto il prolungamento di due mesi della Naspi e della Dis-Coll

Proroga automatica delle indennità di disoccupazione per lavoratori dipendenti e collaboratori. Questo ciò che il governo ha deciso e ciò che l’Inps specifica in una nuova circolare, la n° 76 del 23 giugno. Per molti disoccupati che hanno completato il periodo di fruizione di Naspi e Dis-Coll, cioè i beneficiari delle prestazioni a sostengo del reddito per chi perde involontariamente il lavoro, ci saranno due mesi in più.

Proroga Naspi e Dis-Coll, come funziona?

L’Inps provvederà d’ufficio alla concessione di altri due mesi di beneficio senza la necessità che i disoccupati facciano domanda, richiesta o altro. In pratica, proroga automatica senza che il beneficiario debba intervenire. Tutto confermato dalla circolare numero 76 del 23 giugno 2020 con cui l’Inps, recependo le disposizioni contenute nel decreto Rilancio del governo Conte, ha dato il via alla operazione proroga indennità di disoccupazione.

Due mesi in più di Naspi e Dis-Coll, ma non a tutti

Nella circolare vengono elencati i potenziali beneficiari di questa proroga. Infatti, si sottolinea che l’indennità verrà automaticamente prorogata per due mesi per quanti avevano il sussidio in scadenza tra il 1 marzo 2020 ed il 30 aprile 2020. Si tratta dei due mesi di massima emergenza epidemiologica da Covid-19.

Infatti la misura contenuta nel decreto Rilancio è una misura straordinaria ed emergenziale, nata proprio per venire in aiuto di una parte del tessuto sociale più disagiato e più colpito dal coronavirus, cioè i disoccupati. L’estensione di altri due mesi decorrere dal giorno in cui è scaduta la Naspi o Dis-Coll. Naturalmente, oltre alla data di scadenza della Naspi, che deve coincidere con il periodo temporale prima citato, quello di massima emergenza coronavirus, per rientrare nella proroga occorre rispettare altre condizioni.

Una di queste, che è una condizione imprescindibile è che il beneficiario non abbia ottenuto altri bonus tra quelli previsti dai decreti emergenziali varati dal governo, cioè decreto Cura Italia e decreto Rilancio. Infatti nella circolare si legge testualmente che : “i lavoratori che sono stati destinatari delle indennità Covid.19 non beneficeranno della estensione delle suddette indennità di disoccupazione”.
Proroga Naspi e Dis-Coll, le cifre

Sempre nella circolare viene sottolineato che l’importo erogato per questi 60 giorni aggiuntivi di beneficio, sarà pari all’ultima mensilità percepita e calcolata in base all’indennità giornaliera moltiplicata per i giorni spettanti. Infatti, “l’importo delle ulteriori due mensilità aggiuntive è pari all’importo dell’ultima mensilità spettante per la prestazione originaria”, questo ciò che reca l’Inps nella sua circolare.

Nessuna riduzione del 3% al mese rispetto all’ultima mensilità percepita di Naspi. Infatti come si sa, le indennità per disoccupati prevedono che l’importo mensile cali del 3% progressivo ogni mesi di fruizione successivo al terzo, ma per i due mesi aggiuntivi questa norma non verrà applicata e pertanto, se l’ultima mensilità di Naspi percepita era di 800 euro, resterà tale anche per i due mesi di proroga automatica.