Autore: B.A

17
Mag 2020

Naspi due mesi più lunga, per chi e in che misura

Novità per la Naspi che si allunga di due mesi, lo ha stabilito il decreto rilancio.

Tra gli oltre 240 articoli del decreto rilancio, che in base a ciò che ha detto il Premier Conte ieri in conferenza stampa, dovrebbe finire in Gazzetta Ufficiale oggi, c’è una importante novità per i disoccupati indennizzati dall’INPS. Per coloro che percepiscono la Naspi ci saranno ulteriori due mesi di sussidio. Provvedimento straordinario anche questo, al pari di ogni altra misura prevista dal decreto rilancio.

La grave crisi economica da coronavirus, ha prodotto quest’altro intervento a favore di soggetti che hanno perso involontariamente il lavoro ed a cui la Naspi stava scadendo. Ecco per chi è questa novità e cosa occorre conoscere di questa misura.

Estensione Naspi, i beneficiari

Per i disoccupati che hanno la Naspi terminata o vicina alla scadenza, il decreto rilancio ha prodotto due mensilità aggiuntive come aiuto in questa fase di emergenza. Come si sa, l’indennità di disoccupazione dura per un numero di mesi, o meglio, di settimane, pari alla metà di quelle lavorate nei 4 anni precedenti l’evento della perdita di lavoro. Questo a condizione che i periodi di lavoro nel quadriennio precedente, non siano stati oggetto di altre indennità di disoccupazione, anche quelle che hanno preceduto la Naspi, cioè Aspi, Ordinaria, Requisiti Ridotti o Mini Aspi.

La novità del prolungamento della Naspi, nasce per aiutare chi, a causa del coronavirus, è rimasto senza reddito e tagliato fuori dai bonus messi a disposizione fino ad oggi dal governo. Per chi ha la Naspi in scadenza, o a chi è già scaduta, si potranno incassare 2 mensilità ulteriori per superare questo particolare periodo di crisi scaturito dall’emergenza epidemiologica per il coronavirus.

Scadenza Naspi quando?

In attesa di poter leggere il testo definitivo del decreto, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, possiamo dare per certo che l’estensione della Naspi riguarda solo un fetta di soggetti che la hanno percepita o che la stanno percependo. I due mesi aggiuntivi di Naspi (ma vale anche per la Dis-coll, l’indennità per disoccupati dei collaboratori, cioè dei Co.co.co) riguarda quelli che avevano l’indennità in scadenza nei due mesi del lockdown. In buona sostanza, l’estensione di due mesi di Naspi riguarda colori che avevano l’indennità in scadenza a marzo e aprile di questo 2020.

Nel decreto si stabilisce infatti che godranno del prolungamento della indennità per disoccupati INPS, quelli a cui detta indennità scadeva nel periodo compreso tra il 1° marzo 2020 ed il 30 aprile 2020.
Dal punto di vista degli importi, la Naspi che si andrà a incassare in questi due mesi aggiuntivi, sarà pari a quella percepita l’ultimo mese. Sarà quindi l’importo più basso tra tutte le mensilità di Naspi percepite dal disoccupato beneficiario. Infatti la struttura della Naspi prevede che a partire dal quarto mese di fruizione, la Naspi su riduce del 3% al mese.