Autore: B.A

Scuola

Nasce «Spazio alla scuola», piattaforma che calcola quanti alunni entrano in classe

Un nuovo strumento lanciato dalla Fondazione Agnelli per aiutare i dirigenti scolastici a organizzare il rientro.

Il ritorno a scuola a settembre, in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico è pieno di punti interrogativi. Il coronavirus non è sparito e probabilmente, anche senza essere troppo pessimisti parlando di seconda ondata, continuerà a condizionare la vita di tutti, compresa la scuola. Il governo sta organizzando la ripartenza in presenza, cioè il rientro tra i banchi dopo la fine dello scorso anno scolastico che fu portato a termine con la didattica a distanza.

Problema Covid e scuola

Le problematiche legate alle misure di sicurezza contro il diffondersi del Covid gioco forza incideranno anche sulle riaperture delle scuole. E così il distanzianento di sicurezza, i banchi singoli, eventualmente l’uso delle mascherine e lo stop alle classi pollaio sono argomenti di attualità che dovranno essere affrontati dai dirigenti scolastici prima di fare ritornare tra i banchi alunni, docenti e personale della scuola.

In questa ottica, la Fondazione Agnelli ha prodotto è reso disponibile gratuitamente, una piattaforma che potrebbe aiutare i dirigenti scolastici. La Fondazione Giovanni Agnelli è un istituto di ricerca nel campo delle scienze sociali che dal 2008 si occupa di ricerca sui temi della scuola e della formazione.

LEGGI ANCHE: Scuola: in cattedra anche i non laureati, cosa significa

Ritorno a scuola e numero di alunni per classe

«Spazio alla scuola», questo il nome che la Fondazione Agnelli ha dato alla piattaforma che aiuterà i dirigenti scolastici a stabilire nello specifico di ogni classe, quanti alunni potranno entrare in aula in sicurezza. Proprio questa specificità della sicurezza sarà il motivo trainante del rientro a scuola che è previsto per il 14 settembre prossimo.

Adesso si attendono le linee guida a cui il Ministero dell’Istruzione sta lavorando per assicurare una ripartenza sicura del nuovo anno scolastico ma ogni singolo dirigente scolastico deve adesso iniziare a valutare ed organizzare autonomamente il rientro negli istituti scolastici di cui sono alla guida, come già anticipato dal Ministro Azzolina. E proprio per aiutare i dirigenti che la Fondazione Agnelli ha prodotto «Spazio alla scuola», la sua piattaforma.

Questa piattaforma, già in rete e gratuita, offre la possibilità di configurare gli spazi didattici di ogni istituto e simulare diverse soluzioni per la gestione dei flussi di entrata e di uscita degli alunni. La piattaforma è capace di calcolare le distanze inserendo le dimensioni degli spazi didattici, dei banchi, delle cattedre, delle lavagne, degli armadi e la distanza che si vuole mantenere.

Tutti dati che il dirigente potrà inserire nella piattaforma che autonomamente proporrà la migliore disposizione possibile degli alunni in aula, con la giusta e dovuta distanza di sicurezza.

Ma c’è dell’altro, perché questo strumento riesce a calcolare anche i flussi di entrata e di uscita e studiare gli ingressi e le scale utilizzabili per gestire il passaggio della comunità scolastica evitando il rischio di assembramenti. Lo strumento offrirà diversi tipi di simulazione e proporrà mappe scaricabili e stampabili.