Autore: Stefano Calicchio

INPS - Agevolazioni fiscali - Ammortizzatori sociali

1
Gen 2020

Legge 104 e agevolazioni fiscali Dopo di Noi: per accedere serve una grave disabilità

Con un recente aggiornamento in arrivo dall’Agenzia delle Entrate il fisco prende posizione rispetto all’impiego delle agevolazioni “Dopo di Noi”.

Tra i recenti aggiornamenti sulla legge 104 e sulle agevolazioni fiscali “Dopo di Noi” rientra anche una importante presa di posizione dell’Agenzia delle Entrate, che ha recentemente chiarito la situazione rispondendo all’interpello di un contribuente. In particolare, con la risposta alla richiesta n. 513 risalente al mese di dicembre 2019 l’ADE ha spiegato quali sono i limiti applicativi dei provvedimento.

Entrando nello specifico, il riferimento va ai beni ed ai diritti conferiti in trust costituiti in favore di disabili che risultano tutelati dalla legge 104. In tal caso, la legge “Dopo di Noi” (risalente al mese di giugno 2016) ha previsto che i conferimenti risultano “esenti dall’imposta sulle successioni e donazioni”.

Allo stesso tempo, in tale ambito è possibile anche applicare l’imposta ipotecaria e catastale sui beni trasferiti al trust in misura fissa, purché ovviamente quest’ultimi risultino allocati in favore di soggetti disabili.

Come accedere alle agevolazioni: l’opzione è disponibile solo in caso di grave disabilità

Stante la situazione appena descritta, nella propria risposta all’interpello 513/2019 l’Agenzia delle Entrate ha voluto precisare che le agevolazioni previste dalla legge “Dopo di Noi” per coloro che risultano beneficiari della legge 104 sono ritenute valide solo in caso di grave disabilità.

Quest’ultima deve risultare quindi accertata in base a quanto previsto e regolato dall’articolo numero 3, comma 3, della legge 104. In tal senso, la condizione da rispettare è perentoria, visto che anche nel caso in cui il requisito venga effettivamente perfezionato in un secondo momento si potrà richiedere il rimborso delle imposte versate.