Le nuove date del reddito di cittadinanza, si anticipa per fare posto all’assegno universale

Le nuove date del reddito di cittadinanza, si anticipa per fare posto all'assegno universale

Altra novità importante per i beneficiari del reddito di cittadinanza, cambiano le date utili al beneficio

Tutto in via automatica, tutto senza presentare domanda. È questo ciò che è stato deciso per il reddito di cittadinanza relativo alle famiglie beneficiarie anche dell’assegno universale per i figli a carico.

L’incrocio delle due misure di welfare per le famiglie e per la povertà, inevitabilmente produce alcune novità che riguardano pure le date dei sussidi.

E sono notizie di cui parla anche il quotidiano “Il Giornale”, che sottolinea come l’Inps starebbe provvedendo a modificare le date in cui viene pagato il reddito di cittadinanza dal momento che deve essere inserita nel calendario anche la data in cui viene liquidato l’assegno unico temporaneo.

Assegno unico temporaneo e reddito di cittadinanza

Come già accennato in premessa, anche le famiglie con figli a carico già beneficiarie del reddito di cittadinanza, devono percepire l’assegno universale ponte.

Si tratta della misura temporanea inserita dallo scorso luglio, dal governo per le famiglie con figli minorenni a carico, che non rientrano nel perimetro degli Assegni per il nucleo familiare (ANF). E tra queste proprio le famiglie che beneficiano del reddito di cittadinanza.

L’assegno universale ponte è la misura che anticipa l’assegno universale vero e proprio che doveva entrare in vigore a luglio ma che è stato posticipato a gennaio. La misura che stravolge il settore del welfare delle famiglie è in una fase transitoria, ma chi rientra nella misura, come i beneficiari del reddito di cittadinanza, inizieranno a percepire i soldi.

Le nuove date dei pagamenti

Cambierebbe quindi il calendario dei pagamenti del reddito di cittadinanza proprio per via della necessità di fare spazio ai pagamenti dell’assegno unico ponte.

Dal momento che i beneficiari del reddito di cittadinanza percepiranno automaticamente e senza domanda, i soldi dell’assegno unico ponte sulla card gialla classica del Rdc, l’Inps avrebbe deciso di differenziare le date.

Il giorno 27 del mese dovrebbe essere la data prescelta per i versamenti degli importi corrispondenti dell’assegno unico. Si tratta di un assegno mensile fino a 167 euro a figlio o con maggiorazione per le famiglie con 3 o più figli minorenni a carico.

Ciò che è già accaduto a settembre a qualcuno, con il reddito di cittadinanza pagato diversi giorni prima del solito e senza preavviso, dovrebbe essere la prassi per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, cioè per i 3 mesi dove si percepirà ancora l’assegno ponte prima del nuovo assegno che entrerà a regime da gennaio.

In linea di massima il reddito di cittadinanza come anticipa Il Giornale, dovrebbe iniziare ad essere erogato dal 20 del mese e non dal 27 come era prima. Infatti il 27 del mese sarà la data per ricevere l’assegno unico ponte per chi rientra tra i beneficiari.

Nessuna comunicazione ufficiale al momento da parte dell’Inps, ma da ciò che si può facilmente desumere ed ipotizzare, sarà questo il nuovo calendario a cui fare affidamento.