Autore: B.A

9
Gen 2020

Isee 2020, ecco i documenti necessari e il loro anno di riferimento

Cosa occorre produrre per ottenere l’Isee? Ecco l’elenco aggiornato dei documenti necessari.

È il 31 gennaio la data entro cui va presentata la dichiarazione sostitutiva unica per rinnovare l’Isee e continuare a percepire il reddito di cittadinanza.
Se si perde questo appuntamento e non si rinnova l’Isee entro la fine d mese corrente, non si decade dal beneficio del bonus. Infatti. Rischio è la sospensione. Senza rinnovo dell’Isee, la prestazione viene sospesa fino alla data in cui il beneficiario del sussidio, finalmente rinnova l’Isee.
L’Isee è l’indicatore che serve per valutare la situazione economica, reddituale e patrimoniale di una famiglia. L’Isee serve per il reddito di cittadinanza ma anche per tutte le altre prestazioni assistenziali e le altre agevolazioni previste dal nostro ordinamento.
Cosa occorre per rinnovare l’Isee? Quali documenti servono per l’Isee?

Elenco documenti Isee

Gli Isee 2019 sono scaduti il 31 dicembre 2019. In questi giorni c’è fermenti in materia, perché ci sono forti dubbi riguardanti i patrimoni da dichiarare e il loro anno di riferimento. I soldi in banca, sui conti correnti, sui libretti, i buoni fruttiferi, per quanto riguarda l’Isee, fanno parte del patrimonio mobiliare. La novità del 2020 è che rispetto agli altri anni, anche il patrimonio mobiliare va indicato con saldi e giacenze medie dei conti, riferite ai due anni antecedenti quello in cui si presenta la DSU.
In pratica, presentando la DSU nel 2020, occorrerà indicare saldo e giacenza media al 31 dicembre 2018, gli stessi dell’Isee 2019.
Vediamo adesso quali sono tutti i documenti necessari per un corretto rinnovo dell’Isee.
In primo luogo sono necessari una serie di documenti anagrafici:

  • Autocertificazione di stato di famiglia;
  • Documento d’identità del richiedente;
  • Permesso di soggiorno se il richiedente è cittadino extracomunitario;
  • Fotocopia tessera sanitaria;
  • Per i divorziati e sepsrati, eventuale sentenza di separazione o divorzio;
  • Fotocopia eventuale contratto di affitto.

Oltre ai documenti anagrafici, serve anche la fotocopia dei libretti di circolazione di tutti gli autoveicoli posseduti dai componenti del nucleo familiare.
Se nella famiglia sono presenti disabili, servono anche la certificazione medica delle Commissioni Asl che confermano l’invalidità del soggetto interessato.
Dal punto di vista dei redditi invece servono:

  • Dichiarazione dei redditi;
  • Certificazione Unica;
  • Canoni di locazione;
  • Assegni familiari;
  • Redditi non imponibili.

Per il patrimonio mobiliare e immobiliare servono:

  • Giacenza media dei conti correnti al 31/12/2018;
  • Saldi dei conti correnti al 31/12/2019;
  • Titoli posseduti;
  • Investimenti, azioni e obbligazioni;
  • Assicurazioni;
  • Ttoli di possesso di terreni e fabbricati;
  • Capitale residuo dei mutui.

Questa documentazione è necessaria qualunque sia la strada scelta dal contribuente, per rinnovare l’Isee.
L’Isee può essere richiesto direttamente dai contribuenti tramite le loro credenziali di accesso ai servizi telematici dell’Inps o tramite lo Spid. In alternativa, ci si può rivolgere ai Centri di Assistenza Fiscale presenti in tutte le città italiane dalle più grandi ai più piccoli comuni, con un servizio di assistenza che è gratuito.