Dichiarazioni dei redditi 2021, già pronte le bozze del 730, ecco le novità

Dichiarazioni dei redditi 2021, già pronte le bozze del 730, ecco le novità

Molte le novità del nuovo 730 che si userà il prossimo anno, dal superbonus al nuovo bonus Irpef

Da poco si è chiusa la stagione dei redditi 2020 che già l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili le bozze delle nuove dichiarazioni dei redditi 2021, quelle relative all’anno di imposta che si chiuderà il 31 dicembre prossimo.

Sia del modello 730 che del modello Cu (Certificazione Unica), le Entrate hanno diramato le nuove bozze. E sul sito istituzionale del nostro Fisco, sono pronte e consultabili le nuove versioni di due dei più importanti modelli fiscali. Lo ha confermato direttamente l’Agenzia delle Entrate con un comunicato ufficiale diramato il 23 dicembre 2020.

Nuovi modelli e relative istruzioni

I nuovi modelli dovranno essere utilizzati l’anno prossimo e sul sito dell’Agenzia ci sono le bozze con le relative istruzioni. Oltre ai già citati modello 730/2021 e CU/2021, le Entrate hanno prodotto già le prime bozze di modello 770/2021 e modello Iva/2021.

Non sono poche le novità che riguardano queste dichiarazioni, dal superbonus 110% alle altre novità fiscali, molte delle quali collegate all’emergenza epidemiologica. Per esempio il modello 730/2021 sarà inevitabilmente legato a molti dei bonus emergenziali che il governo ha introdotto per contrastare la crisi economica per il Covid-19.

Il nuovo modello 730 scadrà il 30 settembre 2020 e al suo interno conterrà diverse novità. Parliamo del superbonus 110%, del bonus vacanze, del bonus bici e del bonus monopattini. Su questo il comunicato dell’Agenzia delle Entrate è stato piuttosto chiaro, soprattutto per alcuni bonus che oltre che nel 730 entreranno anche nel modello CU.

“Anche nella CU 2021 fanno ingresso il trattamento integrativo e l’ulteriore detrazione per i redditi di lavoro dipendente e assimilati; tra le novità anche la clausola di salvaguardia per l’attribuzione da parte del sostituto del bonus Irpef e del trattamento integrativo in presenza di ammortizzatori sociali e l’attribuzione del premio ai lavoratori dipendenti nel mese di marzo 2020. All’appello ci sono anche le detrazioni per oneri parametrate al reddito e l’indicazione delle somme restituite al netto delle ritenute subite”, questo testualmente ciò che dice il Fisco italiano accompagnando la pubblicazione delle sue bozze.

Modello 770 ed emergenza Covid, tutte le novità

Anche il modello 770 è già pubblico e si tratta del modello che i datori di lavoro solitamente usano per comunicare al Fisco i dati delle ritenute 2020, i versamenti, le compensazioni e i consuntivi che di norma vanno inviati alle Entrate entro la fine di ottobre.

Le novità come dicevamo sono collegate al Covid ed un tipico esempio può essere legato ai codici identificativi che si inseriscono nella dichiarazione e che riguardano in via eccezionale anche i versamenti tardivi dovuti alla pandemia. Novità anche per il modello Iva che le Entrate hanno prodotto con le date di presentazione che devono essere comprese tra il 1° febbraio ed il 30 aprile 2021.