Autore: B.A

Decreto aprile, le ultime: 2 mesi in più di Naspi, indennizzo badanti e bonus autonomi in 24 ore

Ancora indiscrezioni sul decreto aprile, con Gualtieri che ha anticipato alcuni contenuti del pacchetto.

Nel decreto di aprile il governo presenterà una serie di misure pro lavoratori atte a contrastare i drammatici eventi legati all’emergenza sanitaria sul nostro Paese. E saranno misure importanti per una vasta platea di soggetti. Lo ha confermato il Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in audizione sul Def, cioè sul Documento di economia e finanza che il governo Conte ha appena varato. Gualtieri ha anticipato alcuni contenuti del nuovo decreto, confermando un intervento per colf e badanti e un prolungamento della Naspi, per coloro a cui sta scadendo, oltre a certificare ancora una volta come il bonus autonomi salirà da 600 a 800 euro.

Sussidio di disoccupazione prorogato

Nel nuovo contenitore di misure economiche che il governo ha in cantiere ci sarà un prolungamento di due mesi del sussidio di disoccupazione per chi ha la Naspi in scadenza. Il Ministro Gualtieri ha parlato di una manovra, quella che metterà in piedi il governo, eccezionale, perché è dalla fine della seconda Guerra Mondiale che il nostro ordinamento non viveva provvedimenti di tali proporzioni. Tra l’altro, sempre in base alle parole di Gualtieri, nel Documento di Economia e Finanza viene prevista una ripresa economica che partirà dal prossimo anno, le perdite dunque non potranno in nessun caso essere assorbite già nel 2021.

L’imponenza della manovra del governo però è dimostrata dal fatto che alla ripresa si pensa di destinare qualcosa come 6 miliardi di euro ogni anno, dal 2021 al 2031. Nel decreto di aprile verrà messo nero su bianco quanto anticipato dal premier Conte l’altra sera in conferenza stampa, per presentare il nuovo decreto sulle limitazioni agli spostamenti. Il premier disse che oltre a calmierare a 0,50 euro il prezzo delle mascherine, su questo dispositivo di sicurezza sarebbe stata eliminata l’Iva e così ha confermato Gualtieri in vista del decreto aprile. E ci saranno anche soldi per gli Enti locali, quelli che più riescono ad intercettare le esigenze della popolazione. Al fine di continuare a garantire i servizi essenziali per i cittadini, il governo destinerà 3,5 miliardi di euro al fondo per gli enti territoriali.

Misure per colf e badanti

Tra le misure del prossimo decreto, la conferma del bonus autonomi e partite Iva. “L’indennità per il lavoro autonomo, sarà confermato e potenziato, e sarà fatto in modo da garantire una sollecita erogazione”, questo ciò che ha ribadito Gualtieri, che ha sottolineato come il suo obbiettivo è quello di rendere il bonus automatico ed erogabile in 24 ore per coloro che lo hanno già percepito con il decreto Cura Italia. E per quanto riguarda colf e badanti, in arrivo un indennizzo, che però dovrebbe avere dei paletti e requisiti da detenere per potervi accedere. Si parla di un indennizzo per colf e badanti, ma solo per chi ha contratti regolari. Un bonus tra i 200 e i 400 euro, che dovrebbe essere collegato all’orario di lavoro di questi lavoratori domestici. Ma si parla pure di un paletto che riguarda ala tipologia di contratto di lavoro che questi domestici avevano. Su Messaggero di oggi infatti si parla di un bonus appannaggio esclusivamente dei lavoratori domestici che hanno sospeso la loro attività lavorativa e che avevano un contratto di lavoro in regime di convivenza.