Autore: Fabrizia Volponi

Coronavirus

Coronavirus, Gerry Scotti in terapia intensiva? La verità

Nelle scorse ore, la notizia del ricovero in terapia intensiva di Gerry Scotti ha fatto il giro del web. Il conduttore, positivo al Coronavirus, è davvero in condizioni critiche? Parla il suo ufficio stampa.

Nelle scorse ore, la notizia del ricovero in terapia intensiva di Gerry Scotti ha fatto il giro del web. L’amato conduttore, positivo al Coronavirus da qualche giorno, è davvero in condizioni critiche? A raccontare la verità è il suo ufficio stampa.

Coronavirus: Gerry Scotti è in terapia intensiva?

Gerry Scotti, conduttore molto apprezzato, ha contratto il Coronavirus. L’annuncio, diffuso qualche giorno fa da lui stesso, ha subito gettato i fan nello sconforto totale. Per questo motivo, Gerry aveva voluto tranquillizzare tutti con un post pubblicato su Instagram. Nello stesso scriveva:

"Volevo essere io a dirvelo: ho contratto il COVID-19. Sono a casa, sotto controllo medico. Grazie a tutti per l’affetto e l’interessamento".

Da questo momento, Scotti è sceso nel silenzio. I suoi social, già utilizzati pochissimo, non sono stati più aggiornati. Considerando che il conduttore non è un fan accanito del mondo virtuale, nessuno ha dato troppo peso alla cosa.

Nelle ultime ore, però, una notizia ha creato un certo allarmismo. Stando a quanto diffuso da TPI, le condizioni di salute di Gerry si sono aggravate ed è stato ricoverato in terapia intensiva. La news è diventata virale in un lampo e, dopo la morte di Stefano D’Orazio, consumato dal Coronavirus in una sola settimana, i fan si sono immediatamente preoccupati. Lo Zio nazionale sta davvero tanto male?

Gerry Scotti: parla l’ufficio stampa

A riportare una certa tranquillità è stato l’ufficio stampa di Scotti, che ha smentito la notizia diffusa da TPI. Raggiunto da Fanpage, un portavoce del conduttore ha dichiarato:

"Gerry sta bene, non è mai stato in terapia intensiva. È ancora ricoverato ma uscirà a breve, nei prossimi giorni. A grandi linee, ha avuto un decorso simile a quello di Carlo Conti. È stato ricoverato perché ha preso il Covid in maniera abbastanza tosta ma non è mai stato a rischio. Aveva soprattutto una febbre che non riusciva a debellare. Per questo ha deciso di farsi ricoverare. Pensava di scamparla, poi però ha visto che la febbre – che non era un febbrone – senza Tachipirina tendeva a risalire e si è preoccupato. L’ho sentito mezz’ora fa, mi ha detto che i valori sono a posto, i medici sono contenti e lui anche. La febbre è sparita e i valori sono rientrati nei parametri. Dovrà fare il tampone per capire se è ancora positivo al Covid. Non sappiamo ancora quando tornerà al lavoro, meglio un giorno dopo che un giorno prima, per tutelare lui e quelli insieme ai quali lavora".

Insomma, lo Zio Gerry sta bene e non possiamo che essere sollevati dalla notizia. Scotti non è mai stato in terapia intensiva e le sue condizioni sono state e continuano ad essere monitorate dai medici.