Contributi a fondo perduto: in arrivo nuovi pagamenti per le partite IVA

L’Agenzia delle Entrate e il Ministero dell’Economia e delle Finanze hanno reso noto che sono partiti altri 372 mila bonifici.

Il Comunicato Stampa del 24 aprile 2021 ha reso noto che il Ministero dell’Economia e delle Finanze e l’Agenzia delle Entrate hanno aggiornato i tempi di erogazione degli importi per le partite IVA previsti dal Decreto Sostegno. Dopo che Ernesto Maria Ruffini ha firmato per far partire degli altri bonifici, sono immediatamente partiti 372 mila pagamenti. Le partite IVA che hanno richiesto l’importo, lo otterranno direttamente sul proprio conto corrente.

Contributi a fondo perduto: inviati altri 372 mila pagamenti

Il totale delle operazioni di pagamento eseguite fino ad oggi sono quindi 1 milione e 400 mila. Questi bonifici sono arrivati e arriveranno a breve ad aziende e a lavoratori autonomi che ne hanno fatto richiesta. I primi accrediti risalgono all’8 aprile 2021.

Stando alle stime fornite ottenute da dati ufficiali, il valore dei pagamenti dei contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Sostegni ha raggiunto e superato già i 4 miliardi di euro. L’Agenzia delle Entrate ha riferito in data 24 aprile 2021 che:

«Le somme complessivamente erogate sono pari a 4.067.905.221 euro, di cui 3.945.709.195 con accredito diretto sul conto corrente dei beneficiari, mentre 122.196.026 euro sono stati richiesti dai contribuenti sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione».

Sempre il 24 aprile il presidente dell’Agenzia delle Entrate ha firmato 372 mila pagamenti che sono quindi partiti e che arriveranno nel conto correte dei richiedenti. Ricordiamo che coloro che hanno diritto a tali importi e ancora non hanno fatto richiesta possono ottenere il denaro presentando la domanda. Fino al 28 maggio 2021 c’è infatti la possibilità di presentare la richiesta.

In arrivo novità i merito ai contributi

Il premier Mario Draghi ha anticipato che a breve arriveranno delle novità in merito al calcolo e alle modalità di pagamento dei contributi a fondo perduto. Il premier, insieme a Giancarlo Giorgetti, Ministro dello Sviluppo Economico, stanno infatti per introdurre un meccanismo di acconto e di saldo per il pagamento.

Inoltre verrà considerato anche il bilancio per valutare e calcolare correttamente le perdite in maniera da pagare gli importi corretti a chi fa richiesta di tale beneficio. Fino a questo momento queste due grandi novità non sono ancora ufficiali, ma si attende che lo diventino in quanto sono state anticipate appunto da due persone davvero autorevoli.

Per avere maggiore chiarezza in merito è comunque necessario che le novità vengano approvate e quindi che entrino davvero in vigore. Solo dopo quel momento ci saranno i cambiamenti a livello di acconto e di saldo per il pagamento degli importi.

Dovrebbe difatti arrivare un nuovo provvedimento emergenziale a seguito del nuovo scostamento di bilancio approvato il 22 aprile da parte del Parlamento. Questo prevede una somma pari a 40 miliardi di euro. A seguito di tale decisione c’è da chiarire quanti di questi fondi saranno destinati ai contributi a fondo perduto.