Concorso tecnici di laboratorio: si cercano 6 profili in Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna è stato indetto un concorso per assumere a tempo indeterminato 6 tecnici sanitari di laboratorio biomedico.

Alcune AUSL dell’Emilia-Romagna hanno indetto in forma congiunta un nuovo Concorso per trovare 6 tecnici sanitari di laboratorio biomedico. Le nuove risorse che verranno selezionate saranno assunte a tempo indeterminato. Questi posti di lavoro sono di Categoria D. Per accedere al Concorso è necessario possedere alcuni specifici requisiti. La domanda deve essere inviata entro e non oltre il 10 giugno 2021.

Concorso tecnici di laboratorio in Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna è stato indetto un nuovo concorso per trovare 6 nuovi tecnici di laboratorio biomedico. Questo concorso ha lo scopo di coprire:

  • 1 posto presso l’AUSL di Piacenza
  • 1 posto presso l’AUSL di Parma
  • 1 posto presso l’AUSL di Modena
  • 1 posto presso l’AUSL di Reggio Emilia
  • 1 posto presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma
  • 1 posto presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena

Per ognuna delle posizioni verranno fatte delle graduatorie distinte, una per ogni ente che ricerca un profilo per questo ruolo. Di conseguenza i candidati dovranno inserire nella domanda di partecipazione un solo ente per il quale vogliono cercare di ottenere il ruolo.

I requisiti per accedere al Concorso tecnici di laboratorio

Per accedere al Concorso tecnici di laboratorio indetto in Emilia-Romagna, i candidati devono essere in possesso di alcuni specifici requisiti. Tali requisiti sono:

  • essere cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea
  • essere in età lavorativa e non quindi oltre il limite previsto per il collocamento a riposo d’ufficio
  • essere idonei fisicamente
  • essere elettori attivi
  • essere iscritti nelle liste elettorali
  • non aver avuto delle condanne penali e non avere dei precedenti penali
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza
  • godere dei diritti civili e dei diritti politici
  • se i candidati sono maschi nati entro il 31 dicembre 1985, essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva
  • non essere stati destituiti o dispensati da occupazioni presso Amministrazioni Pubbliche
  • non essere stati licenziati da una Pubblica Amministrazione

Per quanto riguarda i titoli di studio necessari per accedere al concorso, i candidati devono essere in possesso di:

  • laurea in Tecniche di Laboratorio Biomedico abilitante alla Professione Sanitaria di Tecnico di Laboratorio Biomedico, ossia diploma universitario di Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico
  • iscrizione all’albo/ordine professionale

Le prove del Concorso

La selezione dei candidati avverrà prima di tutto tramite la valutazione dei titoli. Successivamente ci saranno poi tre prove di esame: una prova scritta, una prova pratica e una prova orale.

Il Bando del Concorso indica che:

La prova scritta «potrà essere effettuata anche mediante l’utilizzo di strumenti informatici e verterà su materie attinenti alla specifica professione di tecnico sanitario di laboratorio biomedico, nonché sulla legislazione e deontologia professionale». Essa potrà consistere in una soluzione di varie domande a risposta multipla o sintetica. Per superare questa prova il candidato dovrà ottenere almeno un punteggio di 21/30.

La prova pratica «potrà essere effettuata anche mediante l’utilizzo di strumenti informatici e verterà sull’esecuzione di tecniche specifiche o predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta». Essa potrà consistere in una soluzione di varie domande a risposta multipla o sintetica. Per superare questa prova il candidato dovrà ottenere almeno un punteggio di 14/20.

La prova orale «potrà essere effettuata anche on-line e verterà su argomenti attinenti al profilo a concorso, nonché sulla verifica della conoscenza, almeno basilare, della lingua inglese, e di elementi di informatica». Per superare questa prova il candidato dovrà ottenere almeno un punteggio di 14/20.