Autore: Caterina Perna

Scuola - Concorsi pubblici

8
Nov

Concorso ordinario secondaria: necessario controllare cosa poter insegnare

Le classi di concorso sono codici che identificano i requisiti accademici utili per poter accedere all’ insegnamento.

La pubblicazione del bando ordinario e straordinario dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. Il concorso ordinario sarà aperto ai laureati in possesso dei 24 crediti formativi (decreto del 10 agosto 2017, n.616) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

I 24 CFU potranno essere acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare. Il corretto conseguimento dei 24 crediti deve essere certificato da una istituzione universitaria o AFAM. In attesa della pubblicazione del bando, i soggetti interessati a partecipare al bando dovranno provvedere a controllare la classe di concorso a cui potranno accedere con la propria laurea.

Le classi di concorso sono codici che identificano nella scuola secondaria, sia di primo che di secondo grado, cosa è possibile insegnare. Inoltre, per la scuola secondaria di primo e secondo grado i titoli di accesso all’insegnamento permettono l’iscrizione nella terza fascia delle graduatorie d’istituto.

Le classi di concorso corrispondenti ai titoli di studio posseduti

Per capire qual è la classe di concorso d’insegnamento corrispondente al titolo di studio posseduto sarà necessario consultare l’allegato A della tabella ministeriale DM-259-17. Nella suddetta tabella sarà possibile individuare cosa è possibile insegnare con la laurea in proprio possesso.

Ad esempio, i laureati in scienze dell’educazione potranno partecipare all’insegnamento della classe di concorso A-19 ex 37/A Filosofia e Storia. Inoltre, online sarà possibile trovare applicazioni che aiuteranno l’aspirante docente nella visualizzazione delle classi di concorso a cui potrà accedere. In sintesi, l’elenco delle prime 20 nuove classi di concorso a cui sarà possibile accedere all’insegnamento:

A-01 Arte e immagine nella scuola secondaria di I grado;
A-02 Design dei metalli, dell’oreficeria, delle pietre dure e delle gemme;
A-03 Design della ceramica;
A-04 Design del libro;
A-05 Design del tessuto e della moda;
A-06 Design del vetro;
A-07 Discipline Audiovisive,
A-08 Discipline geometriche, architettura, design d’arredamento e scenotecnica;
A-09 Discipline grafiche, pittoriche e scenografiche;
A-10 Discipline grafico-pubblicitarie;
A-11 Discipline letterarie e latino;
A-12 Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado;
A-13 Discipline letterarie, latino e greco;
A-14 Discipline plastiche, scultoree e scenoplastiche;
A-15 Discipline sanitarie;
A-16 Disegno artistico e modellazione odontotecnica;
A-17 Disegno e storia dell’arte negli istituti di istruzione secondaria di II grado;
A-18 Filosofia e Scienze umane;
A-19 Filosofia e Storia;
A-20 Fisica