Concorso Comune Genova: si cercano 40 istruttori amministrativi

Concorso Comune Genova: si cercano 40 istruttori amministrativi

Il Concorso Comune Genova è stato annunciato dalla Gazzetta Ufficiale n. 35 del 4 maggio 2021.

Il Concorso Comune Genova è stato inserito in Gazzetta Ufficiale n. 35 in data 4 maggio 2021. Il Comune di Genova sta infatti cercando 40 istruttori amministrativi, esperti contabili di Categoria C.

Questi verranno assunti a tempo pieno e indeterminato dal 2021 al 2023. Il Bando è stato pubblicato sul sito ufficiale del Comune e scadrà il 19 maggio 2021.

Concorso Comune Genova: i requisiti

Per poter partecipare al Concorso è necessario essere in possesso di alcuni requisiti, ovvero:

  • Essere cittadini italiani o di uno Stato dell’UE
  • Avere almeno 18 anni
  • Avere diritti civili e diritti politici
  • Non avere mai avuto condanne penali e nemmeno procedimenti penali pendenti
  • Per gli aspiranti di sesso maschile nati fino al 1985, aver adempiuto quanto dovuto in merito al reclutamento militare
  • Non essere stati destituiti dall’impiego presso Pubbliche amministrazioni
  • Essere in possesso di SPID o CIE

Per quanto riguarda invece l’istruzione, è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Diploma di ragioniere e perito commerciale
  • Diploma di Istituto tecnico a indirizzo amministrazione, finanza e marketing
  • Laurea triennale o magistrale in economia e commercio
  • Laurea triennale o magistrale in economia aziendale, scienze economiche

Le modalità di prova del Concorso

Chi deciderà di partecipare al Concorso Comune Genova dovrà sottoporsi a una prova scritta e a una prova orale. Tra tutti coloro che invieranno la propria domanda, verranno ammessi a queste due prove solo i 160 candidati che avranno ottenuto il punteggio maggiore dopo la valutazione dei titoli.

La prova scritta si compone di una serie di domande a risposta multipla che riguarderanno diversi argomenti specificati nel Bando come segue:

  • Principi sull’ordinamento degli Enti Locali;
  • Principi sull’ordinamento contabile e finanziario degli Enti Locali;
  • Elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento a: atti e provvedimenti amministrativi, principi che regolano l’attività amministrativa e procedimento amministrativo, accesso agli atti, tutela della privacy);
  • Gestione giuridica e contabile del personale;
  • Gestione informatizzata della contabilità:
  • Fatturazione elettronica e split payment;
  • Codice di comportamento dei dipendenti pubblici
  • Elementi di diritto penale, con riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • Statuto e Regolamenti del Comune di Genova con particolare riferimento all’ordinamento contabile

Inoltre, sempre nella prova scritta, i candidati dovranno eseguire un test psico-attitudinale che tratterà di temi linguistici, matematico-aritmetici e deduttivi.

La prova orale invece sarà, oltre che sulle materie della prova scritta, anche su elementi in materia di trasparenza e prevenzione, repressione della corruzione e dell’illegalità all’interno delle Pubbliche Amministrazioni. Inoltre ci saranno domande anche relative al rapporto di lavoro nell’Ente Locale e Contratto Nazionale di Lavoro del Comparto Regioni – Enti Locali. Anche in questo caso i dettagli sono forniti all’interno del Bando emesso dal Comune di Genova.

Come presentare la domanda per partecipare al Concorso Comune Genova

Per potersi candidare, gli interessati in possesso dei requisiti precedentemente esplicati dovranno presentare la domanda entro le ore 00.00 di mercoledì 19 maggio 2021.

La domanda di partecipazione dovrà essere inviata esclusivamente in via telematica attraverso la specifica pagina web del comune di Genova. Per poter inoltrare la propria candidatura è necessario essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o in alternativa del CIE (Carta di Identità Elettronica).

Vi ricordiamo che per poter partecipare a questo Concorso è necessario effettuare un pagamento di 10 euro entro la data ultima per presentare la domanda. La pena per chi non effettuerà tale pagamento è l’esclusione.