Autore: Costantino Ferrulli

Maria De Filippi

C’è posta per te, Eugenio chiede scusa a sua moglie Antonella: «Siamo due vulcani a letto»

L’uomo, beccato a chattare con altre donne, chiede il perdono della moglie. Una storia che diverte il pubblico

Una delle storie più seguite della sesta puntata di C’è posta per te è quella del matrimonio in crisi tra Eugenio e Antonella. Una storia dai risvolti drammatici per la fine dell’amore nella coppia, ma che ha molto divertito il pubblico per la singolarità dei due protagonisti.

Eugenio con il vizio delle chat

Eugenio, 56enne di Nerola (Roma), venti giorni prima della registrazione del programma, riceve, dalla moglie Antonella, la notizia che la donna vuol andare dall’avvocato per chiedere il divorzio, salvo che, in maniera bonaria, non ci si accordi per una separazione in casa. La causa della rottura, dopo 32 anni di matrimonio, è il vizio dell’uomo di chattare, su social network di incontri, con altre donne.

L’uomo nel 2008, per noia, si iscrive a Badoo, dove conosce virtualmente una donna. La conversazione, condita da frasi e foto esplicite, si sposta successivamente sulle app di messaggistica Messenger e Whatsapp, man mano che veniva scoperto dalla moglie.

Quando Eugenio decide di troncare questa relazione, l’amante “virtuale”, si vendica mandando gli screenshot delle loro conversazioni alla moglie.

Nonostante sia stato scoperto, l’uomo si sente telefonicamente con un’altra donna, sempre utilizzando argomenti spinti. Scoperto nuovamente da Antonella, arriva la richiesta di separazione.

Eugenio: «Siamo due vulcani a letto», Antonella: «Maria fermalo»

Il confronto in studio tra i due coniugi è paradossale. L’uomo piange e chiede perdono alla moglie, giustificando le sue distrazioni con mancate attenzioni da parte della donna. Antonella, che quasi ride in faccia al marito, ammette di provare affetto, ma non vuole perdonarlo.

L’uomo allora calca la mano: “La sera quando stavi sul divano, ti dicevo Antonella andiamo su a letto e tu cosa mi rispondevi?”. La donna, divertita, chiede aiuto a Maria De Filippi: “Fermalo per favore”.

Non contento, Eugenio, continua nei suoi racconti intimi con Antonella: “Due giorni prima che succedesse questo fatto, siamo stati a letto insieme. Siamo due vulcani a letto”.

Tra i sorrisi del pubblico, la donna con tono più serio mostra tutta la sua amarezza per quanto fatto dall’uomo, che a sua volta attacca la moglie: “In 30 anni quante volte mi hai detto sei bello?”

Le distanze tra i due coniugi restano, tanto che nel finale entrambi chiedono a Maria De Filippi di chiudere la busta.