Cashback del 10% sul pieno di carburante: ecco come ottenerlo

Cashback del 10% sul pieno di carburante: ecco come ottenerlo

Nei giorni scorsi è iniziato il programma del Governo che prevede rimborsi sugli sugli acquisti effettuati pagando con strumenti elettronici. Il cashback è attivo solo su alcune categorie merciologiche tra cui è presente anche il carburante.

Dall’8 dicembre è attivo il programma del Governo che prevede il rimborso del 10% della cifra spesa per acquistare prodotti e servizi pagati con strumenti elettronici come carte di credito, bancomat e app. Il piano denominato Italia Cashless si prefigge l’obiettivo di ridurre l’utilizzo del contante nei negozi fisici, supermercati, bar, ristoranti e professionisti.

Tutti possono trarre vantaggio da questo piano di rimborsi, in particolare gli automobilisti potranno ottenere il cashback anche per gli acquisti di carburante.

Quanto possono risparmiare gli automobilisti

Il rimborso totale dell’operazione attiva dall’8 al 31 dicembre è di 150 euro e si può ottenere dopo minimo 10 pagamenti elettronici. Ogni acquisto darà il diritto a un cashback di massimo 15 euro, per cui suggeriamo di non fare acquisti singoli dal valore superiore ai 150 euro per ottimizzare il vantaggio economico. Gli accrediti di questo rimborso avverranno direttamente nel conto corrente degli interessati nel mese di febbraio.

Quella attualmente in vigore è una fase sperimentale che continuerà anche nei prossimi tre semestri, ossia fino a giugno 2022. Vi ricordiamo che dal 1 gennaio le regole verranno modificate, infatti sarà necessario che le operazioni effettuate siano almeno 50 durante i sei mesi di riferimento.

In particolare, gli automobilisti potranno sfruttare questo rimborso del 10% anche effettuando il pieno di carburante.

Si tratta di un risparmio notevole se si pensa che ogni 50 euro spesi al distributore si avranno indietro 5 euro e così via a seconda della capienza dell’auto e del tipo di carburante utilizzato. Sulla base del prezzo medio dei carburanti, la benzina, invece di essere pagata 1,46 euro ogni litro, verrebbe a costare solo 1,314 euro circa. Per quanto riguarda il diesel, attualmente a prezzo di listino medio di 1,31 euro, si avrebbe una spesa di 1,18 euro circa grazie ai rimborsi.

Come ottenere il rimborso

Per ottenere il cashback è necessario istallare la App Io disponibile sia negli smartphone con sistemi iOs che in quelli Android. Successivamente è necessario registrarsi all’interno dell’applicazione utilizzando la carta d’identità elettronica (CIE) oppure tramite il sistema di identificazione SPID.

Si dovranno anche inserire alcuni dati personali tra cui, ovviamente, il numero della carta di credito, carta di debito o bancomat utilizzati per effettuare gli acquisti nei negozi fisici e l’Iban del conto corrente sul quale avverrà l’accredito del 10% della spesa effettuata. Vi informiamo che sia gli strumenti di pagamento che il conto corrente devono essere intestate alla stessa persona che effettua la registrazione, solo in questo modo infatti avrete diritto al rimborso.

L’accredito relativo al mese di dicembre avverrà a febbraio 2021, infatti la prima fase del progetto cashback si concluderà alla fine dell’anno corrente. Successivamente partirà la seconda fase, che durerà fino al 30 giungo 2021 e avrà regole differenti: dovranno essere effettuate almeno 50 pagamenti elettronici durante i sei mesi in questione.Ci sarà anche un supercashback di 1.500 euro alle centomila persone che avranno registrato il maggior numero di transazioni. Per questa seconda fase, l’accredito del cashback avverrà alla fine del semestre.