C’è posta per te: Giovanna rifiutata dai figli Carlo e Antonio

C'è posta per te: Giovanna rifiutata dai figli Carlo e Antonio

Nella seconda puntata stagionale, del programma condotto da Maria De Filippi, due figli rinnegano la propria madre

Seconda puntata di C’è posta per te 2021 e nuovi racconti di rapporti interrotti da tempo, come quello tra Giovanna e i due figli Carlo e Antonio.

La donna è madre di tre figli, ma mentre con il più piccolo, Christian, ha rapporti, da sette anni viene rifiutata dagli altri due. La motivazione sarebbe legata alla rottura del rapporto tra Giovanna e il suo ex marito, padre dei ragazzi.

Un matrimonio incrinato dalla gelosia

Giovanna si innamora di quello che diventerà suo marito, quando aveva 19 anni, e sin da subito le è chiaro che al suo fianco, si troverà un uomo molto geloso, che nel corso dei 17 anni di matrimonio, non gli ha permesso di fare nulla, senza la sua supervisione.

Con il passare del tempo, l’uomo inizia a bere e la donna inizia a subire anche delle violenze fisiche. Una situazione che diventa insostenibile, tanto che Giovanna, esasperata, nel 2012 lo caccia di casa.L’uomo, che continua ad avere rapporti con i propri figli, li convince che la donna lo avrebbe lasciato, per la presenza di un altro uomo nella sua vita.

Le voci su presunti amanti della donna, che l’uomo mette in giro, si intensificano, tanto che Giovanna si reca dai Carabinieri per fare un esposto sulla vicenda. Un episodio che non viene accettato dai figli, preoccupati per le conseguenze che potrebbe avere il loro padre, al punto di andare via di casa.

Giovanna in lacrime: “Non ho mai tradito vostro padre”

Carlo e Antonio arrivano in studio, immaginando di trovare la loro madre, che gli chiede, in lacrime, di riprendere, dopo 7 anni, il loro rapporto interrotto.

La donna, precisa subito di non aver mai tradito il suo ex marito, e di averli sempre cercati in questi anni, tanto che conosce tutto dell’attuale vita dei loro figli.

I due ragazzi appaiono molto chiusi nei confronti della madre. Precisano di voler tenere distinti i rapporti tra moglie e marito e i loro rapporti con la mamma, ma nel dibattito non emerge chiaramente quali sarebbero le colpe di Giovanna.

Carlo e Antonio parlano di un comportamento, che avrebbe assunto la madre, che ha incrinato i loro rapporti in questi sette anni. Alla richiesta di Maria De Filippi, di conoscere quali sarebbero stati questi gravi episodi da imputare a Giovanna, la risposta dei ragazzi è una, non meglio precisata, “mancanza di rispetto”.

Carlo e Antonio chiudono la busta

I ragazzi, pur dichiarandosi addolorati per questa situazione, non fanno nessun passo per ricucire il rapporto. Anche Maria De Filippi rimane spiazzata da questa situazione indefinita.

Nonostante Giovanna racconti la sua vita fatta di sacrifici, lavorando di notte in un centro anziani e di giorno a fare le pulizie, per i due figli tutto questo non ha importanza, poiché, per spegnere il loro rancore, ci vuole del tempo, e per loro sette anni non sono bastati.

Queen Mary chiude la busta dando dei consigli alle due parti chiamate in causa. Invita i ragazzi ad aprire la porta alla loro madre, e consiglia a Giovanna, di cercare di più i propri figli, anche chiamandoli 20 volte al giorno.