Bugo chiede a Morgan 240mila euro di danni per i fatti di Sanremo 2020

Morgan colleziona un nuovo guaio giudiziario: Bugo gli chiede 240mila euro di danni per l’eliminazione da Sanremo 2020

La querelle tra Bugo e Morgan sulle vicende avvenute durante il Festival di Sanremo 2020 continuerà in un’aula di tribunale. Per Morgan saranno mesi difficili considerando che è anche al centro di altri due procedimenti.

Bugo, insieme ai co-autori di «Sincero», ha chiesto all’ex membro dei Bluvertigo ben 240mila euro di danni per l’eliminazione dal Festival di Sanremo e per aver diffuso attraverso i social una versione modificata del brano.

Nella giornata di ieri si è svolta la prima udienza, con il giudice che ha accolto le richieste degli avvocati dell’artista di redigere una memoria difensiva. Si tornerà in tribunale il prossimo 10 giugno, salvo imprevisti.

Morgan coinvolto in altri due processi

Nel frattempo, sempre nella giornata di ieri, questa volta presso il Tribunale di Monza, si è svolta la prima udienza preliminare nel processo che vede Morgan accusato di stalking e diffamazione ai danni della ex compagna Angelica Schiatti.

Secondo la Schiatti, il cantautore per diverso tempo l’avrebbe diffamata e stalkerata, arrivando persino alle minacce. Morgan si era difeso spiegando che la violenza non fa parte di lui essendo una persona molto votata al dialogo: «Mi vuole trascinare in tribunale perché ho scritto delle poesie?» ha protestato il cantautore.

Il rapporto, che era iniziato nel 2013, era cementato - secondo Morgan - «da un profondo affetto intimo e artistico, fatto di conversazioni lunghissime, frequentazioni quotidiane e costante interscambio fatto di stima». L’udienza è stata rinviata il prossimo 7 luglio.

Il terzo procedimento in cui è coinvolto al momento Morgan riguarda un decreto di citazione diretta a giudizio per i reati di resistenza e ingiurie a pubblico ufficiale. I fatti contestati risalirebbero a circa due anni fa, nel giugno 2019 per la precisione. Morgan provò a opporsi con molta foga, e davanti alle telecamere, allo sfratto dalla sua abitazione di Via Adamello, a Monza.

La risposta di Morgan a chi gli ha augurato di superare i suoi problemi

Ai guai giudiziari, il 48enne ha deciso di alzare un muro contro tutti. Nelle scorse ore, infatti, il cantante ha deciso di rispondere ad alcuni messaggi di chi gli voleva mostrare affetto e vicinanza per questo terribile periodo, attaccandoli con ferocia.

Dopo aver pubblicato uno screenshot di questi commenti, Morgan ha spiegato che è inutile che chi non ha fatto nulla di concreto per aiutarlo ora gli mostra vicinanza. Il cantautore se l’è presa con chi non ha elevato la voce d’indignazione sulla sua condizione.

Secondo il 48enne, tutti hanno contribuito al suo «silenziamento soffocante», operato da una cantante (l’ex compagna) «che se la spassa tra concerti e pubblicazioni e fa finta di niente quando dovrebbe vergognarsi per la vigliaccata schifosa in cui mi ha trascinato».