Bonus tv: è possibile richiederlo fino al 2022

Bonus tv: è possibile richiederlo fino al 2022

Per richiedere il bonus tv c’è tempo fino al 2022, ma è bene presentare la domanda il prima possibile. Infatti, se i fondi finiranno prima, il contributo non verrà più erogato.

A breve i televisori e i decoder dotati di tecnologia DVB-T1 non saranno più in grado di ricevere i canali televisivi per via del passaggio obbligatorio al nuovo digitale terrestre 2.0 che trasmetterà alle frequenze mobili comprese tra i 694 MHz e i 790 MHz.

Di conseguenza molti italiani sono costretti ad acquistare nuove apparecchiature televisive dotate del digital video broadcasting o DVB-T2 per poter continuare a guardare i canali televisivi come sempre.

Per aiutare tutti coloro che si trovano a dover sostenere questa spesa, il Governo Conte II ha erogato 150 milioni di euro allo scopo di realizzare un bonus tv.

Questo contributo da 50 euro può essere richiesto fino al 31 dicembre 2022, ma è bene presentare la domanda il prima possibile in quanto non appena i fondi si esauriranno, il bonus non verrà più erogato.

Bonus tv fino al 2022

Il bonus tv 2021 è disponibile dal 18 dicembre 2019 e potrà essere richiesto fino al 31 dicembre 2022. Questo contributo consiste in uno sconto pari a 50 euro sull’acquisto di decoder o televisori dotati del nuovo digitale terrestre.

Lo scopo di questo bonus è di aiutare in maniera concreta le famiglie italiane che in un periodo complesso come quello attuale devono sostenere anche questa spesa per poter continuare a vedere la tv.

Coloro che hanno dei televisori che nel retro non presentano la dicitura “DVB-T2” o “H265/HEVC” dovranno per forza di cosa sostituire il proprio televisore con uno più recente dotato di queste tecnologie.

In generale comunque chi ha acquistato un televisore dal 2017 in avanti non dovrebbe aver bisogno di acquistarne uno nuovo ora. Dal 1° gennaio 2017 infatti la normativa imponeva ai negozianti di vendere agli acquirenti solo delle televisioni e dei decoder adeguate con nuova tecnologia.

I negozi che vendono televisori e decoder non sono però obbligati ad accettare il buono. Di conseguenza, per ricevere lo sconto, gli acquisti devono essere effettuati esclusivamente presso i negozi che hanno aderito all’iniziativa. Come per la maggior parte dei bonus promossi dal governo, anche questo non è richiedibile da tutti i cittadini italiani.

Gli aventi diritto a questo contributo sono infatti solo le famiglie con cittadinanza italiana che hanno un ISEE non superiore ai 20.000 euro. Ricordiamo inoltre che questo bonus è richiedibile solo da un membro della famiglia. Coloro che hanno queste caratteristiche devono presentare al venditore una richiesta per poter acquistare con lo sconto.

Tale richiesta deve essere presentata scritta compilando un modulo in cui si dichiara di avere tutti i requisiti necessari per poter beneficiare del bonus. L’acquirente deve portare con sé oltre al modulo anche il codice fiscale e un documento d’identità valido. Dichiarare il falso nell’autodichiarazione e ingannare il negoziante causerà una revoca dello sconto dopo l’esecuzione dei controlli.