Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Bonus

Bonus tv 2021: come funziona e chi può richiederlo

Il Governo ha stanziato 25 milioni all’anno per il triennio 2019-2022 allo scopo di agevolare l’acquisto di nuovi televisori con tecnologia tv Dvb T2 o nuovi decoder per il digitale terrestre. Vediamo tutti i dettagli del bonus tv per l’anno 2021.

Per consentire a tutte le famiglie italiane l’acquisto di nuovi televisori con tecnologia tv Dvb T2 oppure l’acquisto di decoder per il nuovo digitale terrestre, il Governo ha deciso di creare un bonus tv a cui vengono destinati 25 milioni di euro all’anno per il triennio 2019-2022.

Il contributo economico ha lo scopo di coprire i costi che i cittadini italiani devono sostenere entro il 1° luglio 2022 per acquistare nuovi televisori o decoder che consentano di vedere il nuovo digitale terrestre. Il bonus switch-off consiste in uno sconto di 50 euro sul prezzo di acquisto.

Come funziona il bonus tv 2021

A partire dal 1° luglio 2022, gli apparecchi di ricezione televisiva, televisori o decoder dotati di tecnologia Dvb T1 non saranno più in grado di ricevere i canali televisivi a causa del passaggio obbligatorio al nuovo digitale terrestre 2.0 che trasmetterà alle frequenze mobili comprese tra i 694 e i 790 MHz.

Questo passaggio si è reso obbligatorio per permettere una migliore copertura a smartphone e tablet, inoltre garantirà anche una qualità visiva e sonora maggiore rispetto ad ora.

Proprio per aiutare le famiglie italiane obbligate ad acquistare nuovi apparecchi per poter continuare a vedere i programmi televisivi trasmessi tramite il nuovo digitale terrestre, il Governo ha previsto un bonus tv per i nuclei famigliari con un reddito ISEE inferiore a 20.000 euro.

Il contributo consiste in uno sconto di 50 euro sull’acquisto di televisori o decoder dotati del nuovo digitale terrestre ed è valido dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022.

Anche per il 2021 quindi il Governo stanzierà 25 milioni di euro per poter proseguire con la distribuzione delle agevolazioni permettendo anche alle famiglie meno abbienti di dotarsi degli strumenti tecnologici necessari per continuare a vedere i canali del digitale terrestre anche dopo il passaggio alla tecnologia Dvb T2.

I fondi spesi per questo incentivo verranno recuperati dagli introiti previsti per l’asta delle frequenze e saranno assegnati in conformità alla normativa Ue sugli aiuti di Stato.

Chi può richiedere il bonus tv 2021

Il bonus tv 2021 può essere richiesto da tutti i cittadini residenti in Italia con un reddito ISEE inferiore a 20.000 euro. Il contributo viene riconosciuto per nucleo famigliare, di conseguenza può richiederlo una sola persona per famiglia.

Lo sconto di 50 euro promosso dal Governo vale sull’acquisto di un solo apparecchio nell’arco temporale che va dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022. Nel corso del 2021, i cittadini con un ISEE inferiore a 20.000 potranno anche richiedere il kit digitalizzazione che comprende uno smartphone in comodato d’uso per anno.

Per presentare la domanda e ricevere il bonus, i cittadini interessati dovranno presentare al venditore la dichiarazione sostitutiva, ovvero una autocertificazione in cui si dichiara che il nucleo famigliare di appartenenza possiede un ISEE non superiore ai 20.000 euro e che nessun membro della famiglia ha mai usufruito del medesimo contributo economico. Il modello da compilare e consegnare al venditore si trova online sul sito del Mise.