Bonus stufa a pellet: di cosa si tratta?

Bonus stufa a pellet: di cosa si tratta?

Il bonus stufa a pellet è stato prorogato dalla Legge di Bilancio 2021 e per tale motivo è possibile usufruirne fino alla fine di quest’anno.

Il bonus stufa a pellet è un’agevolazione fiscale che permette alle famiglie italiane di risparmiare denaro. È possibile richiedere il bonus fino alla fine di quest’anno grazie alla proroga presente all’interno della Legge di Bilancio 2021. Scopriamo di cosa si tratta nel dettaglio e vediamo in quali casi è possibile ottenere la detrazione fiscale del 50% e quando invece si potrà ottenere addirittura uno sconto del 65%.

Cos’è il bonus stufa a pellet?

I contribuenti che entro il 31 dicembre 2021 acquisteranno una stufa a pellet potranno ottenere una detrazione fiscale pari al 50% o al 65% a seconda che l’acquisto rientri nel bonus ristrutturazione oppure nell’Ecobonus. Si tratta in entrambi i casi di uno sconto Irpef scaricabili nella dichiarazione dei redditi.

La percentuale dello sconto dipende dal tipo di detrazione fiscale, infatti se l’acquisto viene fatto dopo aver fatto una ristrutturazione edilizia si ha diritto a un bonus del 50% aderendo al bonus ristrutturazione. Nel caso invece lo scopo dell’acquisto sia migliorare l’efficienza energetica della casa riducendo l’inquinamento emesso, si ha diritto alla detrazione del 65% aderendo all’Ecobonus.

Bonus stufa a pellet del 50%

Quando l’acquisto e l’installazione della stufa a pellet arriva dopo una ristrutturazione edile, l’agevolazione di riferimento è il bonus ristrutturazione. In questo caso il soggetto richiedente ha diritto a uno sconto Irpef del 50% sulla spesa totale. Tale somma sarà detraibile in 10 rate annuali di pari importo su una spesa massima di 96 mila euro.

Bonus stufa a pellet del 65%

Quando l’acquisto e l’installazione della stufa a pellet arriva allo scopo di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione, tale spesa rientra nell’Ecobonus dal momento che si tratta di un intervento eseguito allo scopo di riqualificazione energetica.

La detrazione Irpef è pari in questo caso al 65% della spesa totale. Ricordiamo che caso risulta necessario che il tecnico che installa la stufa a pellet documenti l’effettivo accrescimento dell’efficienza energetica che dovrà essere superiore almeno all’85%. Il limite massimo di spesa è di 30 mila euro.

Stufa a pellet: di cosa si tratta

La stufa a pellet può rientrare tra le spese effettuabili per ottenere il bonus ristrutturazione oppure l’Ecobonus in quanto si tratta di un sistema di riscaldamento domestico simile alla stufa a legno tradizionale con la sola differenza che viene alimentata appunto a pellet. Ricordiamo che il pellet è un prodotto economico ed estremamente ecologico dal momento che deriva da scarti provenienti dalla lavorazione del legno come ad esempio i trucioli e la segatura.

Coloro che desiderano acquistare questo prodotto possono trovare in commercio varie tipologie in grado di coprire le diverse esigenze. La spesa media di solito varia da un minimo di 600 euro ad anche più di 3.000 euro nei casi di una stufa multifunzione di ultima generazione.