Autore: Giacomo Mazzarella

Bonus

Bonus sociale 2021, per chi gli sconti sulle bollette? Requisiti e novità

Sconti sulle bollette di gas, luce e acqua anche nel 2021, la guida.

Anche l’anno venturo, come ogni anno, le famiglie con reddito entro una determinata soglia, potranno godere di uno sconto sulle bollette delle utenze domestiche, quelle di luce, gas e acqua. Ormai è una prassi annuale questa, ma come sempre ci vuole conferma ufficiale da parte del governo.

L’appuntamento è sempre il medesimo, quello della legge di Bilancio, o meglio, del collegato alla maniera, cioè il solito decreto fiscale. Anche quest’anno con il nuovo decreto fiscale del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha trovato posto il bonus sociale, misura che milioni di famiglie da anni utilizzano per risparmiare qualcosa sulle bollette delle utenze domestiche, avendo redditi bassi.

La novità è che il bonus diventa automatico, cioè non ci sarà bisogno di presentare domanda per poter rientrare tra i beneficiari degli sconti in bolletta che lo stesso bonus prevede.

Bonus sociale 2021, le novità con la nuova legge di Bilancio

Bonus sociale, ovvero, sconti sulle bollette dell’energia elettrica, del gas metano e dell’acqua automatici e sconti anche sulla tassa per i rifiuti, ma dietro domanda, sono queste le due novità che il decreto Fiscale, classico collegato alla legge di Bilancio, dovrebbe introdurre per il 2021.

Dal primo gennaio 2021 le famiglie che rientrano nei requisiti per avere diritto al bonus sociale, non saranno più costrette a presentare richiesta per poter usufruire del bonus. Tutto verrà fatto in automatico, perché basterà aggiornare la Dsu e quindi aggiornare l’Isee che come si sa scade il 31 dicembre 2020.

Sarà l’Inps a provvedere a girare alle società di fornitura di luce, acqua e gas, la certificazione Isee e a determinate condizioni, il bonus sociale scatterà in automatico.

Bonus sociale, i requisiti 2021

L’Isee è assolutamente importante dal momento che è grazie alla certificazione che le società di fornitura possono stabilire se è il caso di concedere alla famiglia lo sconto in bolletta.

Infatti per quanto riguarda l’Isee è necessario che quello della famiglia non superi la soglia di 8.256 euro, che sale fino a 20.000 euro per famiglie numerose (con almeno 4 figli a carico). Oltre all’Isee, una cosa che da diritto alla corresponsione automatica del bonus è la fruizione del reddito di cittadinanza, della pensione di cittadinanza o che all’interno del nucleo familiare ci sia un invalido che abbia necessità di apparecchiature elettriche cosiddette “salvavita”.

Come dicevamo anche la Tari, cioè la tassa sui rifiuti, nel 2021 potrà essere scontata per le famiglie che rientrano nei bonus sociali prima descritti e che hanno quelle condizioni reddituali o familiari meritevoli di tutela. In questo caso però, lo sconto non verrà erogato automaticamente come succederà invece per luce, acqua e gas. Infatti occorrerà presentare domanda al proprio Comune di residenza, che poi è l’Ente locale a cui la Tari o qualsiasi altra tassa relativa allo smaltimento rifiuti, si pagano.

Leggi anche: Sconti su bollette di luce, acqua e gas anche per chi prende il reddito di cittadinanza