Bonus ristrutturazione: proroga in Legge di Bilancio 2021

Bonus ristrutturazione: proroga in Legge di Bilancio 2021

Il bonus ristrutturazione è stato prorogato dalla Legge di Bilancio 2021, anche il prossimo anno quindi resterà valida la detrazione del 50% promossa dal Governo.

La Legge di Bilancio 2021, approvata dal Senato il 30 dicembre 2020, proroga le agevolazioni per la casa senza grandi novità per quanto concerne le aliquote di riferimento per la detrazione. Anche per il prossimo anno quindi, tra i bonus casa promossi dal Governo ci sarà il bonus ristrutturazione che non avrà modifiche importanti rispetto all’anno precedente.

Grazie a questo aiuto economico sarà quindi possibile fare lavori di recupero edilizio usufruendo della detrazione Irpef al 50% fino al 31 dicembre 2021. Oltre al bonus in questione, nella Manovra 2021 sono stati prorogati anche altre agevolazioni dal punto di vista economico che riguardano nello specifico l’edilizia, in particolare ricordiamo la possibilità di richiedere l’ecobonus con aliquote ordinarie, il bonus facciate, il bonus verde e il bonus mobili.

Bonus ristrutturazione prorogato: le novità

La Manovra 2021 ha prorogato numerose misure per aiutare economicamente chi desidera effettuare lavori edili nella propria abitazione. Numerosi provvedimenti già esistenti saranno sfruttabili anche nel corso del prossimo anno, tra questi c’è anche il bonus ristrutturazione che è valido per le spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012 e fino al 31 dicembre 2021.

La proroga approvata di recente rende infatti possibile sfruttare la detrazione fiscale del 50% ed entro il limite di 96.000 euro di spesa quando si effettuano lavori di recupero edilizio. Ricordiamo che ci sono alcune novità che sono state introdotti di recente dal decreto Rilancio. Nel dettaglio questo decreto ha stabilito delle modifiche legate alle modalità di fruizione che sono:

  • detrazione in 10 anni nella propria dichiarazione dei redditi;
  • cessione del credito a terzi, banche comprese;
  • sconto in fattura, quando l’impresa che ha effettuato i lavori è d’accordo

Tra le regole dovrebbe restare valida quella di mandare una comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dalla data nella quale si sono conclusi i lavori per gli interventi che portano un risparmio energetico.

Tutti i dettagli sul bonus ristrutturazione

Tra i numerosi bonus casa che sono stati prorogati anche per il 2021 c’è anche il bonus ristrutturazione. Si tratta di una detrazione fiscale del 50% per i contribuenti che svolgeranno lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia in condominio o in edifici singoli. La suddetta detrazione verrà suddivisa in quote annuali spalmate su dieci anni (le dieci quote annuali saranno tutte di pari importo).

Si tratta nello specifico di una detrazione Irpef per spese fino a un tetto massimo di 96mila euro per edificio ad intervento. I cittadini che vorranno richiedere questo bonus dovranno ricordare di conservare i bonifici effettuati (specifici per questo tipo di intervento) e la fattura intestata, solo in questo modo avranno la possibilità di ottenere la detrazione fiscale. La detrazione può essere fruita dal contribuente in dieci anni all’interno della dichiarazione dei redditi, in alternativa può essere ceduta a un soggetto terzo.