Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Bonus

Bonus internet, pc e tablet da 500 euro: il punto sui voucher disponibili

La società che sta gestendo il bonus ha recentemente pubblicato i dati relativi all’avanzamento della misura che permette di ottenere internet, computer o tablet.

Il bonus per internet, pc e tablet ha preso il via circa due mesi fa. Da allora sono 42 mila le famiglie che hanno ricevuto il voucher da 500 euro previsto dalla misura. Le risorse stanziate erano 200 milioni di euro e fino a questo momento ne sono state utilizzate il 25%, ossia 50 milioni di euro. Nel dettaglio, fino ad oggi sono stati erogati 21 milioni di euro presi dal fondo destinato al bonus, ovvero il 14,6% del totale.

A riferire questi dati è stata Infratel, società in house del Mise attuatrice del bonus. Alla luce di quanto emerso dalle informazioni fornite dalla società del ministero Sviluppo economico delegata alla gestione delle sovvenzioni, se le richieste dovessero continuare ad avere questo ritmo potrebbero essere necessari 8 mesi per esaurire i milioni stanziati per la misura. In tal modo si andrebbe anche a superare la scadenza che per ora è prevista per ottobre 2021.

Poche le richieste per il bonus pc e internet

Alla luce della lentezza con cui stanno arrivando le domande per richiedere il bonus pc e tablet, Infratel ha sollecitato coloro che sono in possesso dei requisiti per accedere all’aiuto economico a farne domanda. Ricordiamo che questo bonus pc e internet può essere richiesto dalle famiglie con ISEE non superiore a 20 mila euro e che ancora non sono utenti di offerte banda ultra larga fissa.

A partire dal 21 dicembre 2020 è iniziata la verifica a campione per controllare che i richiedenti avessero i requisiti necessari per richiedere il voucher da 500 euro. Questi controlli sono svolti in modo automatico tramite il collegamento ai sistemi INPS. In Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria e Toscana, la misura è applicabile solo per le utenze localizzate in alcuni luoghi in quanto le stesse Regioni hanno chiesto che alcuni comuni fossero esclusi dal bonus pc e internet.

Criticità sull’effettivo beneficio del bonus

Sono molte le associazioni di consumatori che hanno palesato dubbi sull’effettivo beneficio di questo bonus in quanto è legato alla sottoscrizione di un contratto con operatori telefonici. Insieme all’abbonamento, fino ad oggi tra le compagnie più note solo Tim offre un computer, mentre Fastweb, Wind Tre, Vodafone, Tiscali, mettono a disposizione solo il tablet.

I dati di Infratel, aggiornati al 18 gennaio 2021, riportano un totale di 1.181 offerte da 105 differenti operatori per l’uso dell’incentivo da 500 euro da sfruttare per internet, computer e tablet. Di queste 654, arrivate da 99 operatori diversi, sono state approvate. Al contrario 527 offerte sono state rifiutate a causa di «contrattuali difformi da quanto indicato in convenzione (es. rinnovo tacito alla scadenza del contratto), livelli di servizio non sufficienti (es. banda upload), dispositivi tablet/pc non in linea con le specifiche tecniche minime richieste, difformità tra i documenti presentati e i dati caricati sul Portale Voucher».

Da Infratel fanno sapere anche che che «gli operatori che hanno presentato domanda per essere accreditati attraverso la piattaforma voucher finora sono 209 e 160 sono quelli che attualmente hanno completato con successo il processo di accreditamento e risultano, quindi, idonei a partecipare alla fase operativa della misura».