Bonus famiglie: ecco le novità contenute nel Decreto Sostegno

Bonus famiglie: ecco le novità contenute nel Decreto Sostegno

All’interno del Decreto Sostegno saranno previsti numerosi nuovi bonus famiglie. Il Governo Draghi intende infatti stanziare 200 milioni di euro per aiutare i genitori che stanno affrontando la chiusura delle scuole in molte zone d’Italia.

Il Decreto Sostegno (ex Decreto Ristori 5 del Governo Conte) dovrebbe arrivare a breve introducendo nuovi bonus famiglie in grado di dare una mano ai nuclei familiari che stanno vivendo un momento particolarmente complesso a causa della pandemia di Covid. Il Decreto in questione è per ora solo una bozza, ma dovrebbe diventare ufficiale a partire dalla fine di questa settimana.

Con la sua entrata in vigore arriveranno numerosi aiuti grazie allo stanziamento di 200 milioni di euro. Questa somma di denaro ha lo scopo di sostenere i nuclei familiari grazie a un nuovo bonus baby sitter e a nuovi straordinari congedi parentali.

Bonus famiglie: il nuovo bonus baby sitter

Nel Decreto Sostegno ci sarà anche un nuovo bonus baby sitter che avrà l’obiettivo di aiutare le famiglie con figli minorenni che devono seguire la scuola attraverso la didattica a distanza. Ancora non si conosce quale sarà l’importo del bonus, ma ricordiamo che il precedente aiuto di questo tipo andava dai 600 euro ai 1.000 euro a seconda della categoria di lavoratori a cui era destinato.

L’aiuto economico sarà utilizzabile dai genitori di figli con meno di 14 anni (ma questa età potrebbe essere alzata a 16 anni). Fino a questo momento il bonus baby sitter poteva essere richiesto anche nel caso in cui i figli venissero assistiti dai nonni, ma esiste la possibilità che il nuovo Governo Draghi possa escludere dal godimento di questo beneficio coloro che ingaggiano i nonni anziché una persona esterna alla famiglia.

Uno dei motivi principali per cui si sta riflettendo su questo è legato al fatto che le varianti del Covid sembrano contagiare soprattutto i bambini. Proprio per questo esporre i nonni al contatto con i minori li metterebbe a rischio essendo invece una categoria dovrebbe essere protetta.

Congedo parentale straordinario a causa del Covid

In molte zone d’Italia le scuole sono attualmente in DAD e questo costringe i bambini e i ragazzi a seguire le lezioni da casa. Proprio per dare una mano ai genitori che hanno figli che non possono andare a scuola in presenza per via delle chiusure causate dal Coronavirus, il Decreto Sostegno dovrebbe contenere anche le indicazioni per nuovi congedi parentali straordinari.

Secondo quanto anticipato dal Ministro per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, il Governo Draghi ha intenzione di rinnovare i congedi straordinari. Ricordiamo che i congedi Covid sono scaduti a dicembre 2020 e fino a quel momento la soglia di età dei figli era di 14 anni.

Con il nuovo Governo invece la soglia di età dovrebbe essere di 16 anni. Per quanto concerne le modalità, queste non dovrebbero essere molto diverse rispetto a quelle dello scorso anno. Si potrà fruire di un massimo di 30 giorni retribuiti al 50%. Questi potranno essere sfruttati da entrambi i genitori: l’importante è che non li utilizzino in contemporanea.