Bonus facciate: arriva la proroga nella Legge di Bilancio 2021

Bonus facciate: arriva la proroga nella Legge di Bilancio 2021

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato numerose detrazioni fiscali sulla casa, tra queste c’è anche il bonus facciate. Scopriamo i dettagli.

All’interno della Legge di Bilancio 2021 è presente anche la proroga per il bonus facciate. La Manovra, approvata il 30 dicembre 2020, ha rinnovato infatti numerosi bonus casa volti ad aiutare dal punto di vista economico coloro che vogliono effettuare lavori edilizi. Il bonus facciate va a coprire il 90% delle spese effettuate dai cittadini e va ad affiancarsi ad altre misure come il bonus ristrutturazioni, il bonus mobili, l’ecobonus e il sismabonus. Scopriamo quali sono i dettagli di questo aiuto economico promosso dal Governo.

Bonus facciate: i dettagli

Sono numerosi i bonus casa ad essere stati prorogati anche per il prossimo anno, il Governo ha preso questa decisione soprattutto per aumentare la resilienza e la sostenibilità delle abilitazioni, ma anche per sostenere la ripresa del settore edile. Grazie a questa decisione, i cittadini possono richiedere il bonus facciate fino al 31 dicembre 2021.

Questo aiuto economico prevede la copertura del 90% delle spese effettuate dai contribuenti e non ci sono limiti di spesa, di conseguenza risulta essere uno dei maggiori competitor del superbonus 110% per quanto riguarda alcune tipologie di lavori condominiali, come ad esempio il cappotto termico.

Al bonus facciate 90% si applicano due opzioni: la cessione del credito e lo sconto in fattura, inoltre la monetizzazione degli sconti fiscali è già prevista anche per le spese sostenute durante il 2021 ai sensi di quanto disposto dal decreto Rilancio. La maxi-detrazione va a coprire il rifacimento delle facciate esterne degli edifici già esistenti, in particolare riguarda la manutenzione ordinaria sulle strutture opache della facciata, balconi, ornamenti e fregi.

Può essere richiesta per i lavori effettuati nelle zone A e B, nelle aree totalmente o parzialmente edificate e nei centri storici indicati all’interno del decreto ministeriale n.1444/1968, o comunque nelle zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

Chi può richiedere il bonus facciate?

Il bonus facciate può essere richiesto dai soggetti Irpef e dai soggetti Ires, si comprende quindi che i beneficiari sono davvero numerosi in quanto si può trattare di persone fisiche, imprese, proprietari, inquilini, residenti e non residenti del territorio nazionale.

Inoltre, non ci sono limiti di spesa massimi a differenza di quanto invece accade per gli altri bonus casa. Il decreto Rilancio ha inoltre introdotto la possibilità di optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura, questa opzione sarà ammessa per le spese effettuate sia durante il 2020 che durante il 2021 consentendo in tal modo di recuperare subito lo sconto fiscale che gli spetta.

Per poter ricevere il bonus in questione è necessario fare riferimento alla circolare n. 2/2020 dell’Agenzia delle Entrate, successivamente modificata da alcuni chiarimenti specifici relativi ai lavori sui balconi e sulle facciate visibili su strada. Non è comunque escluso che durante il 2021 possano esserci delle modifiche.