Bonus da 1.000 euro per i lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali

Bonus da 1.000 euro per i lavoratori del turismo e degli stabilimenti termali

Il Decreto Ristori 5 ha introdotto un bonus da 1.000 euro per i lavoratori stagionali e non stagionali del turismo e delle terme.

Il Decreto Ristori 5, che prevede uno scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro, deve ancora essere approvato ma contiene numerose manovre utili a dare un sostegno economico ai lavoratori più in difficoltà a causa della pandemia di Coronavirus. Con questo Decreto, il Governo provvederà a stanziare nuovi contributi a fondo perduto per i lavoratori stagionali del turismo e delle terme, colpiti duramente dalle chiusure imposte allo scopo di frenare la curva dei contagi Covid-19.

Bonus 1.000 euro: i dettagli

Nel corso di questa settimana ci dovrebbe essere il via libera al Decreto Ristori 5 per il quale il Parlamento ha già chiesto uno scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro. Si tratta del quinto Decreto Ristori e include numerosi provvedimenti che hanno lo scopo di dare una mano ai lavoratori in difficoltà per colpa delle restrizioni legate alla pandemia di Covid.

Tra le altre cose, il DL Ristori 5 include anche la pace fiscale e nuovi contributi a fondo perduto generalizzati, che questa volta includeranno anche i liberi professionisti titolari di Partita IVA. Ricordiamo che il Governo ha già ideato anche un bonus ristorazione per aiutare coloro che lavorano in questo settore.

In particolare, sono stati inseriti anche alcuni specifici indennizzi una tantum per le categorie più colpite dalle chiusure dell’emergenza sanitaria. In questo senso va proprio il bonus lavoratori stagionali da 1.000 euro che è previsto all’interno di quella che è ancora un disegno di Legge in attesa di approvazione. L’indennizzo è stato ideato allo scopo di dare una mano dal punto di vista economico ai dipendenti del settore turistico, degli stabilimenti termali e anche ai lavoratori in somministrazione.

Bonus lavoratori stagionali e non stagionali: a chi spetterà

Tra le misure per il turismo, il Decreto Ristori 5 conterrà un bonus da 1.000 euro per i lavoratori stagionali e non stagionali. Si tratta di un aiuto economico che ha lo scopo di sostenere i lavoratori dei settori che risultano più penalizzati dalle chiusure imposte dal Governo per il contenimento dei contagi di Coronavirus. Il contributo a fondo perduto dal valore di 1.000 euro di cui stiamo parlando qui riguarda nello specifico i lavoratori del settore del turismo e degli stabilimenti termali.

Per ricevere il bonus da 1.000 euro, i lavoratori del settore turismo e degli stabilimenti termali devono aver cessato in maniera involontaria il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto. Inoltre, per diventare beneficiari del bonus, questi devono aver lavorato per almeno 30 giorni nel periodo in questione e non devono essere titolari di pensione, rapporto di lavoro dipendente e nemmeno essere percettori di Naspi.

Il bonus in questione da 1.000 euro è pensato anche come indennizzo per i lavoratori in somministrazione, l’importante è che essi lavorino sempre nel settore del turismo oppure degli stabilimenti termali. Anche questi soggetti infatti risultano essere particolarmente in difficoltà a causa dei problemi legati al Covid-19.