Bonus da 1.000 euro con il Decreto Ristori: quando arriva e a chi spetta?

Bonus da 1.000 euro con il Decreto Ristori: quando arriva e a chi spetta?

Il nuovo bonus previsto dal Decreto Ristori sarà distribuito a favore dei lavoratori, anche autonomi, che hanno subito perdite a causa delle chiusure e delle restrizioni anti Covid.

Sono stati molti gli aiuti messi a disposizione dallo Stato per dare un sostegno alle famiglie e alle imprese: in particolar modo, il governo, attraverso il Decreto Agosto e il Decreto Ristori, ha distribuito indennizzi per aiutare le attività e i lavoratori che hanno risentito delle conseguenze derivanti dall’emergenza coronavirus. Tra questi aiuti, rientra il bonus da 1.000 euro destinato a specifiche categorie di lavoratori.

Il bonus da 1.000 euro previsto con il Decreto Ristori è un’indennità economica destinata a tutti i cittadini appartenenti alle seguenti categorie di lavoratori: stagionali, intermittenti, autonomi senza partita iva, incaricati a domicilio e i lavoratori dello spettacolo. In particolar modo, per chi, nei mesi scorsi, ha percepito il sussidio, l’importo verrà ricaricato automaticamente mentre per chi ancora non ha ricevuto nessun assegno, avrà tempo fino al 30 di novembre per inviare domanda.

Bonus da 1.000 euro con il Decreto Ristori: ecco chi sono i beneficiari e codici Ateco

Come specificato dal portale “Thewam.net”, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha messo in pagamento un bonus pari a 1.000 euro (secondo quanto previsto dal Decreto Ristori). Il bonus, definito come “indennità Covid onnicomprensiva” è un sussidio messo a disposizione dal governo per i lavoratori, anche autonomi, che hanno avuto delle perdite economiche a causa delle chiusure e delle restrizioni introdotte per contrastare la diffusione dei contagi. Dunque, nello specifico, i beneficiari del bonus da 1.000 euro previsto con il Decreto Ristori sono:

  • Alberghi (Codice ateco 55.10.00)
  • Villaggi turistici (Codice ateco 55.20.10)
  • Ostelli della gioventù (Codice ateco 55.20.30)
  • Rifugi di montagna (Codice ateco 55.20.30)
  • Colonie marine o montane (Codice ateco 55.20.30)
  • B&b, residence, casa vacanze e affittacamere (Codice ateco 55.20.51)
  • Campeggi (Codice ateco 55.30.00)
  • Gestione vagoni letto (Codice ateco 55.90.10)
  • Alloggi per studenti o lavoratori con servizio di tipo alberghiero (Codice ateco 55.90.20)
  • Alloggi presso aziende agricole (Codice ateco 55.20.52)
  • Ristorazione con somministrazione (Codice ateco 56.10.11)
  • Ristorazione presso aziende agricole (Codice ateco 56.10.12)
  • Ristorazione ambulante (Codice ateco 56.10.42)
  • Ristorazione su treni e navi (Codice ateco 56.10.50)
  • Bar (Codice ateco 56.30.00)
  • Stabilimenti Balneari (Codice ateco 93.29.20)
  • Gelaterie e pasticcerie (Codice ateco 56.10.41)
  • Tour operator (Codice ateco 79.12.00)
  • Agenzie di viaggio(Codice ateco 79.11.00)
  • Guide e accompagnatori (Codice ateco 79.90.20)
  • Guide alpine (Codice ateco 93.19.92)
  • Ristorazione da asporto (Codice ateco 56.10.20)
  • Assistenza turistica (Codice ateco 79.90.19)
  • Stabilimenti termali (Codice ateco 94.04.20)

Nuovo bonus Decreto Ristori: ecco come verificare l’accredito e quali sono le date di pagamento

Giova ricordare che il bonus Decreto Ristori non va scambiato con quello emesso con il Decreto Agosto, il cui versamento parte da oggi, 23 novembre. Il nuovo bonus da 1.000 euro, dovrebbe essere accreditato il 30 novembre 2020 mentre chi ancora deve fare domanda del bonus Ristori, avrà tempo fino al 30 novembre 2020.

Per verificare lo stato di pagamento del bonus e la lista degli accrediti, basta collegarsi sul sito ufficiale Inps e accedere con le proprie credenziali. Poi selezionare “fascicolo previdenziale del cittadino”, cliccare sul menu “prestazioni” ed entrare nell’area dedicata “pagamenti e prestazioni”.