Bonus condizionatori: come avere la detrazione del 50% o del 65%

Bonus condizionatori: come avere la detrazione del 50% o del 65%

Il bonus condizionatori può essere richiesto sia con ristrutturazione che senza ristrutturazione. Scopriamo tutti i dettagli per ottenere la detrazione del 50% o del 65% a seconda dei casi.

Chi acquista un condizionatore nel 2021 in alcune occasioni ha la possibilità di sfruttare una detrazione del 50% o del 65% sulla spesa effettuata. Il bonus condizionatori è legato agli altri bonus casa fruibili nel corso di quest’anno, nello specifico rientra nel bonus ristrutturazione, nell’ecobonus standard oppure nel bonus mobili ed elettrodomestici a seconda dei casi.

La percentuale di detrazione dipende anche dal fatto che il bonus condizionatori venga richiesto con ristrutturazione o senza ristrutturazione. Si comprende quindi che l’acquisto di un nuovo condizionatore o la sostituzione di uno vecchio permette di beneficiare di una detrazione la cui percentuale varia a seconda dell’ambito e della situazione in cui viene effettuato l’acquisto.

Bonus condizionatori del 50%

Il bonus condizionatori può avvenire in ambito di ristrutturazione edile e dare la possibilità di fruire di una detrazione del 50% sulla somma spesa nel caso di acquisto di un nuovo impianto a pompa di calore. In questo caso può anche essere non ad alta efficienza, ma l’importante è che si punti a risparmiare dal punto di vista energetico.

Può essere richiesto il beneficio in condomini, unità immobiliari residenziali o per parti comuni di edifici abitativi. In questo caso l’acquisto del condizionatore avviene a seguito della realizzazione di opere edilizie utili per fruire del bonus ristrutturazione. Come accennato, è essenziale che il nuovo condizionatore riduca il fabbisogno energetico per il riscaldamento e raffreddamento dei locali.

Il bonus condizionatori può essere fruito anche nell’ambito del bonus mobili ed elettrodomestici del 50%. Per sfruttare l’agevolazione in questione è necessario fare una ristrutturazione edile straordinaria su condomini e singole abitazioni. I condizionatori acquistati in questa situazione deve essere di classe energetica A+ o superiore perché solo in questo caso si ha diritto al bonus mobili.

Bonus condizionatori del 65%

La detrazione del 65% sull’acquisto e l’installazione di un condizionatore è possibile nel caso si scelga un condizionatore con pompa di calore ad alta efficienza energetica per sostituirne uno già presente. Questo bonus condizionatori è fruibile sia per le abitazioni che anche per negozi e uffici. È imprescindibile in questo caso che venga sostituito un impianto di riscaldamento preesistente con uno nuovo più efficiente dal punto di vista energetico.

Nel caso in cui non vengano fatte delle ristrutturazioni edilizie è quindi comunque possibile richiedere un bonus condizionatori del 65% per un massimo di spesa detraibile di 46.154 euro. L’agevolazione fiscale in questione è valida solo ed esclusivamente nel caso in cui si sostituisca interamente un vecchio impianto di climatizzazione con un nuovo impianto a pompa di calore che sia ad alta efficienza energetica.

Per fruire l’agevolazione è necessario sostituire il vecchio impianto con un nuovo impianto di climatizzazione invernale dotato di caldaia a condensazione che sia almeno di classe energetica A e che allo stesso tempo vengano installati sistemi di termoregolazione innovativi (classe V, VI o VIII). In alternativa si può installare un impianto di climatizzazione invernale con pompa di calore integrata con una caldaia a condensazione oppure impianti con che generino anche aria calda.