Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Bonus

Bonus casa: cos’è la cessione del credito?

Uno dei modi per fruire di alcuni bonus casa consiste nella cessione del credito. Scopriamo di cosa si tratta nello specifico e come funziona.

I bonus casa richiedibili nel corso del 2021 risultano essere davvero numerosi. Per tale motivo, i contribuenti che desiderano fare dei lavori edilizi nella propria abitazione hanno a disposizione un numero elevato di agevolazioni tra cui scegliere a seconda delle proprie esigenze specifiche.

Le misure in questione sono tutte legate all’edilizia e permettono ai cittadini di ottenere grandi vantaggi dal punto di vista economico. Questi bonus consentono di veder rientrare l’intero importo speso oppure una parte della somma spesa, ma in ogni caso esistono varie opzioni tra cui scegliere per ottenere il denaro. Tra le opzioni ci sono la classica detrazione fiscale da attuare nella dichiarazione dei redditi, lo sconto in fattura e la cessione del credito.

Cessione del credito: i dettagli

La cessione di credito sta sempre di più diventando una forma di pagamento molto apprezzata da coloro che fruiscono dei bonus casa. Il motivo che porta molti cittadini ad optare per questa modalità è legata al fatto che consente di ottenere una parte della spesa effettuata senza dover aspettare 5 o 10 anni come invece accade nel caso si opti per la detrazione fiscale.

Ad esempio infatti richiedendo la detrazione fiscale per il Superbonus 100%, questa avverrà pagando meno tasse e recuperando il denaro nel corso di 5 anni. Chi invece decide di optare per la cessione di credito potrà effettuare i lavori previsti dall’agevolazione in maniera quasi gratuita.

Decidere di optare per la cessione di credito anziché per la classica detrazione fiscale ha quindi dei vantaggi importanti. Il primo e più notevole è sicuramente quello di procedere in maniera agevole al recupero del denaro per coprire le spese sostenute allo scopo di effettuare i lavori edilizi nella propria abitazione.

Coloro che decidono di scegliere questa opzione, possono cedere il credito d’imposta a un terzo che lo acquisisce a un prezzo leggermente inferiore rispetto a quello normale. Di solito il credito d’imposta viene fatto tramite una banca, ma in alternativa si può scegliere anche una compagnia di assicurazioni oppure una finanziaria.

Il Superbonus 110% non è l’unico tra i bonus casa che prevedono anche la cessione del credito tra le opzioni. Anche il bonus facciate del 90%, l’ecobonus standard del 65% e il bonus ristrutturazioni del 50% prevedono infatti la possibilità di scegliere la cessione del credito. Indipendentemente dal bonus casa di cui si vuole fruire, per ottenere la cessione del credito d’imposta è necessario comunicarlo in via telematica all’Agenzia delle Entrate entro i tempi di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Documenti necessari per la cessione del credito

Per ottenere la cessione del credito, è necessario presentare alla banca una visura catastale in grado di accertare il titolo di proprietà dell’abitazione in cui si faranno i lavori edilizi. La banca quindi ha necessità di avere la certezza che chi vuole il credito abbia diritto ad ottenere il bonus casa di cui vuole avvalersi.