Bonus baby sitter: prorogata la scadenza per inserire le prestazioni nel Libretto Famiglia

Bonus baby sitter: prorogata la scadenza per inserire le prestazioni nel Libretto Famiglia

L’INPS ha comunicato che le prestazioni utili per ottenere il bonus baby sitter devono essere inserite nel Libretto Famiglia entro il 30 aprile 2021 prorogando in tal modo la scadenza precedente.

Con il messaggio numero 950 del 5 marzo 2021, l’INPS ha informato gli coloro che hanno ottenuto il bonus baby sitter che è stato prorogato il termine ultimo per inserire le prestazioni nel Libretto di Famiglia. I genitori aventi diritti a tale aiuto economico previsto dal Decreto Legge Cura Italia, Decreto Legge Rilancio e Decreto Legge Ristori bis, hanno tempo fino al 30 aprile 2021 per inserire le prestazioni.

Fino alla proroga, il termine ultimo era il 28 febbraio 2021 per tutti i contributi indipendentemente dal provvedimento e dal periodo di riferimento. L’Istituto ha deciso di concedere ulteriore tempo ai genitori per adempiere all’inserimento delle prestazioni nel Libretto di Famiglia. La decisione è stata presa anche perché l’INPS invierà gli ultimi esiti entro il 14 aprile 2021.

Bonus baby sitter: più tempo per inserire le prestazioni nel Libretto Famiglia

La proroga concessa dall’INPS riguarda esclusivamente i genitori che già hanno presentato la domanda ottenendo la fruizione al bonus baby sitter. La misura in questione copre dei periodi differenti e viene regolamentata da Decreti Legge differenti. Nello specifico:

  • dal 5 marzo al 31 agosto 2020: in questo caso bisogna fare riferimento al Decreto Legge Cura Italia e dal Decreto Legge Rilancio
  • dal 9 novembre 2020 al 3 dicembre 2020: in questo caso bisogna fare riferimento al Decreto Legge Ristori bis (ricordiamo che in questo caso l’aiuto economico era richiedibile esclusivamente dai genitori in zona rossa)

Inizialmente l’INPS aveva fissato il 31 dicembre 2020 come termine ultimo per il primo periodo di tempo, successivamente però l’Istituto ha fissato una scadenza unica per entrambi i periodi (28 febbraio 2021). Con il messaggio numero 950 del 5 marzo 2021, l’INPS ha concesso ulteriore tempo agli interessati.

Le famiglie avranno tempo fino al 30 aprile 2021 per portare a termine un ultimo passaggio fondamentale per ottenere il bonus baby sitter. Infatti, per ottenere l’agevolazione è necessario non solo presentare la domanda e ricevere risposta positiva, ma anche inserire nel Libretto Famiglia le prestazioni di baby sitting ricevute. È proprio tramite il Libretto Famiglia che l’INPS eroga le somme di denaro.

Il bonus baby sitter copre una spesa di massimo 1.200 euro o di 2.000 euro a seconda della categoria di appartenenza del lavoratore che lo ha richiesto. La somma spettante deve essere impiegata per pagare le prestazioni di baby sitting che sono state effettuate nel periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza.

Una volta che l’INPS ha dato il suo via libera, i genitori beneficiari del bonus in questione devono inserire nel Libretto Famiglia le prestazioni lavorative dei baby sitter. L’appropriazione del bonus deve avvenire entro e non oltre 15 giorni solari dalla data in cui si è ricevuta la comunicazione di accoglimento della richiesta inviata da parte dell’Istituto. In tal modo sarà quindi possibile sfruttare la somma di denaro concessa dai decreti emergenziali per pagare chi ha seguito i figli durante il periodo di chiusura degli istituti scolastici.