Autore: B.A

26
Mar

Bonus autonomi e stagionali, ecco come richiedere il Pin semplificato!

L’Inps ha anticipato le modalità di rilascio del Pin semplificato con un nuovo messaggio ufficiale.

L’Inps ha emanato un messaggio ufficiale con cui spiega la procedura per ottenere il Pin propedeutico alla presentazione delle domande di bonus 600 euro e bonus baby sitting inseriti nel decreto economico sul coronavirus varato il 17 marzo dal governo Conte. Il Pin semplificato con cui lavoratori e famiglie potranno presentare le domande per i bonus da 600 euro o per i voucher baby sitter riguarda quanti non hanno lo Spid, la carta nazionale dei servizi e nemmeno il Pin dispositivo dell’Inps. L’Inps ha sottolineato nel messaggio 1381/2020, emanato oggi pomeriggio, che per richiedere questo Pin, la procedura sarà simile a quella del Pin dispositivo, ma senza le lungaggini di quest’ultimo. In pratica, un Pin immediatamente attivo e subito utilizzabile per presentare queste domande, che sono le uniche presentabili con questo codice.

Bonus 600 euro Pin semplificato, come fare?

Per chi ha lo Spid piuttosto che il Pin dispositivo o ancora la carta nazionale dei servizi, non cambia nulla perché bisognerà utilizzare queste credenziali per poter richiedere i bonus previsti dal decreto n°18 del 17 marzo 2020, altrimenti detto decreto «Cura Italia». Per chi non ne ha invece, entrando nella procedura per richiedere gli indennizzi previsti, si potrà richiedere il Pin semplificato. la procedura di richiesta è sempre la stessa che si utilizza sul sito Inps per richiedere il Pin dispositivo. A differenza di quest’ultimo però, basteranno le prime otto cifre per renderlo immediatamente in funzione per le richieste di bonus.
In altri termini, non servirà attendere che l’Inps mandi a casa dell’interessato la seconda parte del Pin per poterlo utilizzare, ma basteranno le prime 8 cifre che si riceveranno immediatamente alla richiesta sul sito o tramite contact center, via email o via sms.

Quali bonus si possono richiedere con il Pin semplificato?

Con le prime 8 cifre del Pin sarà possibile richiedere solo i bonus previsti dal decreto Cura Italia e cioè:

  • Bonus 600 euro liberi professionisti autonomi e Co.Co.Co;
  • Bonus 600 euro lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e agricoli;
  • Bonus 600 euro per lavoratori dello spettacolo;

Per il bonus baby sitter basterà solo la prima parte del Pin per presentare richiesta, ma per completare la procedura servirà anche la seconda parte, perché il pin completo servirà per iscriversi alla piattaforma Libretto famiglia.
Queste procedure fast previste per presentare domanda riguardano come dicevamo coloro che non hanno mai richiesto il Pin all’Inps e che adesso potranno comunque accedere alle domande per gli indennizzi. Per chi invece ha già accesso ai servizi telematici Inps, perchè munito di Pin dispositivo, credenziali Spid e carta nazionale dei servizi, nulla cambia. Infatti per loro l’accesso alle domande deve essere fatto come hanno sempre fatto entrando nell’area dedicata predisposta sul sito dell’Inps.