Bonus assunzioni IO Lavoro: le domande vanno inviate entro fine gennaio

Bonus assunzioni IO Lavoro: le domande vanno inviate entro fine gennaio

Per ottenere il bonus assunzioni IO Lavoro è necessario inviare le domande entro il 31 gennaio 2021. Vediamo quali sono i dettagli di questa misura.

Il bonus assunzioni IO Lavoro è un’agevolazione contributiva che è stata introdotta da ANPAL per incentivare le assunzioni a tempo indeterminato nel corso del 2020. L’obiettivo di questo incentivo è proprio quello di incoraggiare le aziende ad assumere nuovi dipendenti con un contratto indeterminato.

Il bonus è stato prorogato fino al 31 gennaio 2021 e per tale motivo i datori di lavoro hanno tempo fino a fine mese per inviare le domande. L’incentivo contributivo, la cui gestione è stata affidata all’INPS, è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore escludendo i premi e anche i contributi dovuti all’INAIL. Il massimo importo annuo è di 8.060 euro per un totale di 12 mensilità.

Bonus assunzioni IO Lavoro: da inviare entro il 31 gennaio

Il datore di lavoro interessato a ricevere il bonus assunzioni IO Lavoro deve richiedere l’incentivo presentando l’apposita domanda entro il 31 gennaio 2021. In particolare, la richiesta va inoltrata all’INPS attraverso il modulo di istanza online IO Lavoro. Nel caso in cui l’INPS accolga la domanda, il datore di lavoro deve ricordare di comunicare all’Agenzia entro 10 giorni l’avvenuta assunzione a tempo indeterminato del lavoratore. Solo a questo punto il datore di lavoro potrà beneficiare del bonus attraverso 12 quote mensili.

Per ottenere tutte le informazioni relative al bonus in questione, vi consigliamo di consultare la circolare Inps n. 124 del 26 ottobre 2020.

Chi può richiedere il bonus assunzioni IO Lavoro

Il bonus assunzioni IO Lavoro può essere richiesto dai datori di lavoro privati e dagli imprenditori che decidono di assumere persone disoccupate o in stato di disoccupazione. Queste persone devono essere assunte dalle aziende tramite specifici contratti. I datori di lavoro possono scegliere di assumere con un contratto a tempo indeterminato, anche di somministrazione, con un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato per i soci lavoratori di cooperative oppure tramite un apprendistato professionalizzante.

L’agevolazione vale sia per il lavoro a tempo pieno che per il lavoro part-time. Possono richiedere questo bonus anche i datori di lavoro che trasformano un contratto a tempo determinato in un contratto a tempo indeterminato. Non rientrano invece in questo incentivo tutti i contratti di lavoro domestico, intermittente e le prestazioni occasionali.

Come abbiamo accennato poco sopra, le assunzioni devono riguardare persone che non hanno avuto alcun rapporto di lavoro con lo stesso datore di lavoro negli ultimi sei mesi. Ricordiamo che per poter ottenere il bonus assunzioni IO Lavoro è necessario che i soggetti assunti siano disoccupati. Inoltre, i datori di lavoro dovranno anche porre attenzione ai requisiti anagrafici di chi assumono. I lavoratori dovranno infatti avere un’età anagrafica tra i 16 ed i 24 anni, oppure 25 anni e più, solo se non hanno un lavoro regolarmente retribuito da minimo sei mesi. Leggi anche: Bonus over 50: i dettagli della misura