Bonus acqua potabile: credito d’imposta del 50% nella Manovra 2021

Bonus acqua potabile: credito d'imposta del 50% nella Manovra 2021

La Legge di Bilancio 2021 prevede un credito d’imposta del 50% per chi desidera acquistare e installare sistemi per l’acqua potabile.

Tra le novità previste all’interno della Legge di Bilancio 2021 c’è anche un bonus acqua potabile che permetterà di risparmiare denaro a chi desidera acquistare e installare sistemi di filtraggio dell’acqua potabile allo scopo di razionalizzarne l’uso e anche per ridurre l’utilizzo dei contenitori di plastica. Scopriamo quali sono i principali dettagli del bonus acqua potabile.

Bonus acqua potabile: i dettagli

La Manovra 2021 prevede un nuovo credito d’imposta del 50% che è stato rinominato immediatamente bonus acqua potabile per via del suo scopo.

L’obiettivo dell’incentivo è quello di sostenere economicamente coloro che hanno intenzione di effettuare spese per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare E 290. Il bonus permetterà anche di effettuare lavori per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.

In base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021, a partire dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2022 c’è quindi la possibilità di fruire di questo nuovo credito d’imposta del 50%.

Il massimo di spesa che verrà coperto sarà di 1.000 euro per le persone fisiche e per gli esercenti attività economica per ciascuna unità immobiliare, invece sarà di 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale.

Il bonus acqua potabile nasce dalla volontà del Governo di incentivare l’acquisto e l’installazione di sistemi utili per rendere l’acqua potabile allo scopo di aumentare il consumo di questo tipo di acqua da parte dei cittadini che attualmente impiegano quantità eccessive di contenitori di plastica. Si tratta quindi di un incentivo che vuole aiutare a ridurre l’impiego di platica per aiutare in questo modo l’ambiente.

Come richiedere il bonus acqua portatile

Il nuovo bonus acqua potabile promosso dal Governo all’interno della nuova Legge di Bilancio si va ad aggiungere al bonus idrico che permetterà ai cittadini di rinnovare l’impianto idrico di casa fino al 31 dicembre 2021. I fondi a disposizione per questa agevolazione economica sono 5 milioni di euro ogni anno per il 2021 e per il 2022.

Le modalità per richiederlo, i requisiti necessari e i tempi per presentare la domanda non sono ancora conosciuti, verranno infatti decisi tramite un apposito provvedimento del Direttore dell’agenzia delle entrate, da adottare entro trenta giorni, dalla data di entrata in vigore della presente legge.

Chi può richiedere il bonus

Il credito d’imposta coprirà, dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2022, una spesa massima di 1.000 euro. Coloro che possono richiedere il bonus in questiono sono nello specifico:

  • Persone fisiche
  • Enti non commerciali tra cui anche gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti
  • Soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni

Il bonus arriverà a coprire una spesa totale di 5.000 euro per ciascun immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale.