Bonus abbonamento a giornali e riviste nella Legge di Bilancio 2021: in cosa consiste?

Bonus abbonamento a giornali e riviste nella Legge di Bilancio 2021: in cosa consiste?

Il bonus abbonamenti a giornali e riviste, anche digitali, è stato inserito nella Legge di Bilancio 2021. Potranno usufruirne le famiglie con un ISEE inferiore a 20.000 euro. Vediamo come funziona nel dettaglio e in cosa consiste.

Nella Legge di Bilancio 2021 sarà incluso anche il bonus abbonamenti a giornali e riviste. Si tratta di una manovra che potrà essere richiesta da nuclei famigliari con un reddito basso. In particolare, il bonus in questione si rivolge alla stessa platea di beneficiari del bonus PC e consentita di ottenere uno sconto fino a 100 euro sul prezzo di vendita di abbonamenti a giornali e riviste sia in formato fisico che in formato digitale. Vediamo quali sono tutte le caratteristiche del bonus e quali persone potranno richiederlo.

Bonus abbonamento a giornali e riviste: i dettagli

Il bonus abbonamento a giornali e riviste è stato inserito all’interno della Legge di Bilancio 2021 allo scopo di incentivare l’acquisto di abbonamenti a quotidiani, riviste e periodici sia in formato cartaceo che in formato digitale. Il budget stabilito a sostegno della nuova misura è di 25 milioni di euro e verrà stanziata sia nel 2021 che nel 2022. Coloro che potranno usufruire del bonus in questione sono le famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro annui, ossia coloro che già sono i beneficiari del bonus PC e Internet.

Il nuovo aiuto da parte dello Stato consiste in un contributo aggiuntivo dall’importo massimo di 100 euro sotto forma di sconto sul prezzo di vendita di abbonamenti a giornali, riviste e periodici anche usufruibili online. Infatti sarà possibile sfruttare l’incentivo economico sia online che presso gli esercenti di attività commerciali che lavorano esclusivamente nel settore della vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici.

Lo scopo di questo bonus pensato dal Governo è quello di permettere alle famiglie meno abbienti di restare informate attraverso la lettura di ogni tipo di giornale che desidera. Potendo acquistare anche abbonamenti online in maniera particolarmente agevolata grazie all’incentivo dello Stato, gli appartenenti del nucleo famigliare avrà modo di sfogliare quotidiani o riviste direttamente dal proprio PC e sfruttando quindi una connessione Internet.

In tal modo il Governo ha quindi pensato di migliorare la digitalizzazione della popolazione economicamente più svantaggiata grazie a un bonus utile in particolar modo per aggiornarsi quotidianiste e per seguire le proprie passioni attraverso la lettura e la cultura.

Come abbiamo accennato poco sopra, i beneficiari del bonus saranno le stesse persone che beneficiano del bonus PC e Internet. Il contributo finale che verrà erogato a queste famiglie sarà quindi di 600 euro in totale in quanto i due bonus si vanno a sommare.

Secondo il testo della Legge di Bilancio 2021, sono valide le stesse indicazioni già descritte all’interno del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 7 agosto 2020. Per poter conoscere i dettagli del bonus abbonamento a giornali e riviste, dovremo però attendere un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri o del Sottosegretario di Stato con delega all’informazione e all’editoria.