Autore: Luigi Crescentini

Bonus

Bonus Inps da 1.800 euro: ecco chi può richiederlo

In arrivo aiuti economici per i tutti i cittadini colpiti dall’emergenza Covid: bonus da 1.800 per i lavoratori e bonus da 1.000 euro per gli studenti.

Per fronteggiare la crisi economica causata dall’emergenza coronavirus, il Governo si è impegnato a stanziare diversi aiuti economici per le famiglie, le imprese e per tutti i settori che sono stati maggiormente colpiti dalla pandemia. Tra gli aiuti rientrano bonus di varia natura come quello per le madri, per i disoccupati e per specifiche categorie di lavoratori.

Al momento il Governo sta studiando un piano per la ripresa economica, partendo, innanzitutto, dalla distribuzione di sostegni di carattere economico, agevolazioni o bonus destinati a quella parte di popolazione costituita da cittadini meno abbienti e da lavoratori in difficoltà.

A questo proposito, è importante capire come verranno distribuiti gli aiuti economici. In particolar modo: quali sono i requisiti per richiederli? Chi ne avrà diritto? Sicuramente sono informazioni da tenere bene in mente: tuttavia, con l’introduzione di nuove procedure per inoltrare domanda all’Inps, il beneficiario potrebbe riscontrare qualche difficoltà.

Attualmente, molti cittadini, hanno già fatto richiesta dei bonus messi a disposizione dall’ente previdenziale, come per esempio il bonus mamma e il bonus cultura. Analizziamo in dettaglio quali sono gli altri bonus Inps da poter richiedere e quali sono i requisiti richiesti.

Bonus Inps da 1.800 euro: ecco chi ne ha diritto

Il bonus Inps da 1.800 euro, previsto nel decreto Rilancio, è destinato a specifiche categorie di lavoratori che sono stati particolarmente colpiti dall’emergenza pandemica e che non hanno beneficiato delle misure incluse nel decreto Cura Italia. Si tratta di quei lavoratori, sia autonomi che dipendenti, che hanno subito perdite importanti a causa di chiusure o perdite di lavoro o che hanno cessato o ridotto la propria attività.

Il bonus è, dunque, rivolto: ai lavoratori stagionali, non appartenenti al settore turismo; ai lavoratori intermittenti; ai lavoratori autonomi occasionali senza partita Iva e che non percepiscono già altre forme di indennità previdenziali e ai lavoratori con partita iva che si occupano di vendita a domicilio e che non percepiscono altre forme previdenziali. Il bonus ha un importo totale di 1.800 euro, distribuiti in 600 euro mensili con riferimento ai mesi di marzo, aprile e maggio.

Bonus Inps da 1.000 euro per gli studenti con ISEE basso

E’ previsto, inoltre, un bonus anche per gli studenti. In realtà si tratterebbe più di una sorta di borsa di studio, infatti, è stato pensato per dare un aiuto alle famiglie per sostenere le spese relative a libri, materiale scolastico e laddove è necessario, il costo derivante dall’uso di mezzi pubblici per raggiungere gli istituti scolastici.

Il bonus sarà destinato agli studenti meritevoli con una media pari o superiore a 8/10, mentre per gli studenti portatori di handicap la media dovrà essere pari o superiore a 6/10. L’assegno avrà un importo a partire da 750 euro fino a 1.000 euro da distribuire agli studenti non solo meritevoli ma la cui famiglia presenti una dichiarazione ISEE bassa.